Archive | aprile 2013

La bufala dell’alieno di Atacama confermata da S. Greer

Come volevasi dimostrare prima o poi tutti i nodi vengono al pettine e così è stato per l’alieno bufala di Steve Greer, a dirlo non è stato però uno scettico anzi è stato direttamente il documentario “Sirius” (ovvero qullo prodotto dallo stesso Greer), infatti in esso viene affermato che dopo i test del DNA questi resti sono risultati del tutto umani.

SiriusDocumentaryTrailer2ShowsAlienAutopsyImage

L’affermazione viene fatta dal medico americano, Gary Nolan, che nel documentario ha affermato “Posso asserire con estrema sicurezza che è umano…dai mitocondri abbiamo inoltre capito che con ogni probabilità la madre era di razza indo e probabilmente viveva in Cile, egli risulterebbe un maschio morto all’incirca cent’anni fa”.

sirius-alien-body

Dal documentario risulta solo il mistero se il corpo appartenga ad un feto oppure ad una persona che ha vissuto veramente, ma probabilmente un mistero doveva esserci anche perchè come ricorda la giornalista Sabina Pieragostini sul suo blog Extremamente.it : “Steve Greer prometteva clamorose rivelazioni nel suo documentario….Nell’annunciare- e promuovere- l’uscita di “Sirius“, presentato in anteprima il 22 aprile ad Hollywood, Greer aveva fatto trapelare dettagli impressionanti su quel corpicino mummificato, alto circa 12 centimetri, facendo capire di possedere prove mediche e scientifiche che ne avevano accertato un DNA sconosciuto.” LINK

309799225_640

Tutto ciò non solo smonta la tesi dell’alieno ma avvalora il perchè goda di così scarsa fiducia  Stevie Greer in ambito scientifico e ufologico.

Annunci

La bufala di Amityville Horror

Sfido chiunque a non avere mai sentito parlare di case stregate…e sicuramente una delle più famose è Amityville house, non a caso sono dedicati a lei vari libri e film….chi non ha visto “Amityville horror? “Tutto inizia come riporta wikipedia: “Intorno alle 6:30 del mattino del 13 novembre 1974, Ronald DeFeo Jr. irruppe in un bar della sua città di Amityville, Long Island, New York, chiedendo aiuto e dicendo che qualcuno aveva sparato ai suoi genitori… Le vittime erano Ronald DeFeo Sr., 43, Louise DeFeo, 42, e quattro dei loro figli: Dawn, 18; Allison, 13; Marc, 12; e John Matthew, 9. Tutte le vittime erano state colpite con un fucile. La famiglia DeFeo viveva al 112 Ocean Avenue dal 1965, durante la deposizione, vennero fuori numerose incongruenze nella versione raccontata da DeFeo Jr (link dei veri motivi dell’omicidio), ed il giorno seguente egli stesso confessò gli omicidi.  Il processo per Ronald DeFeo Jr. cominciò il 14 ottobre 1975.  Il suo avvocato tentò una difesa per infermità mentale, confermata dalle affermazioni di DeFeo, che dichiarò di aver ucciso la propria famiglia spinto da alcune voci nella propria testa. L’infermità fu supportata dallo psichiatra della difesa, il dr. Daniel Schwartz. Lo psichiatra dell’accusa, il dr. Harold Zolan, confermò che DeFeo soffriva di disordini da personalità asociale ed era dipendente dall’uso di eroina e LSD, ma affermò che il giovane era perfettamente conscio delle proprie azioni nel momento degli omicidi. Il 21 novembre 1975, DeFeo fu giudicato colpevole dei sei omicidi. DeFeo è attualmente detenuto del Green Haven Correctional Facility di Beekman (New York).”

AMITYVILLE DEFEO MURDER

Fino a qua nulla di strano se non una tragedia immane ma nello stesso anno o meglio nel dicembre del 1975, George e Kathy Lutz si trasferirono nella grande casa coloniale a Amityville, New York. La casa era stato un ottimo affare e non c’era da stupirsi, gli ultimi proprietari era morto insieme a tutti, o quasi, i loro figli. Ma la famiglia Lutz da subito non si sentì a suo agio in quella casa che era stato il sito di una tale follia omicida, ma sapevano che non potevano permettersi una bella casa in circostanze normali. Pensavano di poter gestire la cosa. A quanto pare, non potevano. La famiglia lasciò la casa meno di un mese dopo, la famiglia Lutz non lo voleva più. Questo attirò subito l’attenzione dei giornalisti, un articolo del Newsday per l’attenzione del pubblico per il sensazionale, dichiarò: “una casa stregata in cui sono stati uccisi sei persone i cui fantasmi vivono ancora li!”; ma non solo la famiglia Lutz incontrò l’avvocato del figlio assassino, che aveva intenzione di scrivere un libro su come delle soprannaturali forze ha spinto il suo cliente uccidere. Condiviso i dettagli degli omicidi e incoraggiato la famiglia Lutz a rendere pubblica la propria storia, il libro vide presto la luce. The Amityville Horror scritto da Jay Anson fu un successo peccato che in tutto ciò che c’è scritto ci sia ben poco di vero e che di soprannaturale non ci sia nulla. Con deve essere stato travolgente. Così, il seme della Amityville Horror è nato.
Fino a questo punto, la famiglia Lutz probabilmente non aveva intenzione di perpetrare una truffa a nessuno, ma con i problemi finanziari, il richiamo delle vendite del libro e del filmera una possibilità evidente di far soldi. I Lutz infatti avevano abbandonato subito la casa non certo per forze paranormali bensi per problemi finanziari, dovuti alla grande casa ,difficile da riscaldare, che consumava lolio combustibile a un ritmo allarmante per le loro “tasche”, le tensioni finanziarie avevano messo a dura prova il matrimonio dei Lutz e resi tesi i rapporti familiari. Non sorprende quindi il nervosismo della famiglia. Sebbene in un articolo di Newsday, uscito nel febbraio del 1976, la famiglia Lutz dichiarò di aver lasciato la casa per sfuggire alle “vibrazioni negative”.

n30

Tuttavia, nel 1976, furono evidenti le divergenze tra il racconto pubblicato e i fatti accaduti, lo stesso George Lutz ammesse che il suo figliastro Danny non fu mai ricoverato in ospedale, come invece è riportato nel libro.
Come la maggior parte delle leggende, la storia di Amityville crebbe rapidamente al di là sia il libro e il film. Poche persone sembravano disposte a credere alla verità piuttosto che ad una bella storia spaventosa e paranormale così sempre più falsi dettagli vennero aggiunti:

Mito -. Gli indiani Shinnecock risiedevano in Amityville
Fatto – Gli indiani Shinnecock risiedevano neanche lontanamente Amityville.

Mito – 112 Ocean Avenue era un sanatorio indiano
Fatto – Non ci sono prove che ci sia mai stato un antico cimitero indiano o un sanatorio su Ocean Avenue.

Mito – Una strega di nome John Ketchum fuggita da Salem, Massachusetts, durante la caccia alle streghe costrui la sua casa sopra o vicino alla famosa casa di Amityville per continuare la sua adorazione del diavolo. È stato riferito che il suo corpo è sepolto sopra o vicino alla proprietà di 112 Ocean Avenue.
Fatto – La famiglia Ketchum non ha informazioni riguardanti qualsiasi John Ketchum strega.

Mito – Il famoso Amityville casa si trova su un antico cimitero che è stato abbandonato o maledetta.
Fatto – non vi era alcuna relazione o indicazione di qualsiasi cimitero (per gentile concessione della Società dell’informazione Amityville Historical e New York Records Stato per Cimiteri).

Mito – I proprietari originali della casa al 112 Ocean Avenue hanno dovuto spostare la loro casa in fondo alla strada perché erano afflitti da problemi soprannaturali.
Fatto – John Moynahan acquistatò la proprietà al 112 Ocean Avenue di Annie nel 1924. Nel giro di un anno, i Moynahans ebbero bisogno di una casa più grande, perché, come la maggior parte delle famiglie, la loro era “cresiuta” di dimensioni. Mentre la loro nuova casa era in costruzione, hanno spostato il loro piccolo cottage solo di un centinaio di metri fino a quando la costruzione è stata completata.

Mito – La camera rossa è la porta per l’inferno.
Fatto – La camera rossa era una piccola zona del sotto scala che i bambini dei DeFeo usavano per i loro giocattoli come deposito.

Mito – L’ American International Pictures non poteva essere girare il film Amityville Horror nella casa reale perché la troupe era troppo spaventata
Fatto – Il Villaggio di Amityville vive la storia dei fantasmi come uno scherzo e non voleva una troupe cinematografica nella loro comunità sonnolenta, quindi negò il permesso di ripresa. (Informazioni fornite da villaggio di Amityville).

Mito – Kathy Lutz ha tre sogni in The Amityville Horror su Louise DeFeo. In primo luogo, Kathy Lutz si sveglia urlando perché vedeva che la signora De Feo morì per una ferita da arma da fuoco alla testa. “Lei è stato colpito alla testa”, Kathy urlò, Il secondo sogno era costituito da corpo della signora DeFeorimosso dal terreno di St. Charles Cimitero e ri-sepolto a Brooklyn. L’ultimo sogno consisteva nella signora DeFeo che faceva l’amore con il pittore che fece i ritratti ai DeFeo.

Fatto – In primo luogo, la signora De Feo è morto con due colpi di pistola alla parte superiore del corpo e non uno alla testa o al collo.In secondo luogo, nessuno a mai spostato il corpo della signora DeFeo dalla tomba di famiglia perché volevano Louise con i suoi figli. Ciò è stato recentemente confermato in una ricerca record del cimitero. Infine, non vi sono prove di una relazione adultera della signora anche perchè il Sig. costantemente monitorata Louise, in modo anche paranoico.

Mito – La porta d’ingresso della casa era inspiegabilmente strappata dai cardini. E, un fabbro è stato chiamato per riparare la porta.
Fatto – La foto in basso mostrano la porta a zanzariera, molto leggera e debole per resistere alle raffiche di vento della Great South Bay,

Ma il più grande mito di tutti è che ogni famiglia che cercò di vivere nella casa fu cacciato da degli spiriti o fini la vita in tragedia.
Solo la famiglia DeFeo ebbe una tragedia ma certamente non soprannaturale.
Il Moynahans vissero fino alla vecchiaia in casa come i successivi proprietari, i Fitzgerald, i Rileys vissero tranquilli fino al divorzio, così come le famiglie sucessivi che ebbero solo problemi con turisti un po’ invadenti.

Amityville House

SNOPES 
Amityvillemurders

La bufala delle tracce umane insieme ai dinosauri nel fiume Paluxy

Per molti anni sono state formulate dai creazionisti varie teorie sul perchè vi siano impronte umane vicino a tracce di zampe di alcuni dinosauri entrambe fossilizzate nel letto calcareo del fiume Paluxy, vicino a Glen Rose Texas. Ovviamente se fosse vero, una tale constatazione sarebbe in contrasto drasticamente con “il calendario” geologico convenzionale, che sostiene che gli esseri umani non siano apparsi sulla terra fino a oltre 60 milioni di anni dopo che i dinosauri si estinsero. Ma ahimè le “tracce dell’uomo con i dinosauri ” si è rivelata solo un affermazione errata in tutti i sensi e negli ultimi anni è stata abbandonata anche dalla maggior parte dei creazionisti. Solo pochi “studiosi” come Carl Baugh, Don Patton, e Ian Juby, continuano a promuovere come vere le “tracce dell’uomo di Paluxy “.

ts-ovrhd

Ma le presunte tracce umane nel Mesozoico e Paleozoico sono inattendibili in quanto esse non sono altro che uno “strano” scherzo della natura. Il maggior numero di “tracce” hanno forme allungate da ciò si deduce che sono tracce di dinosauro metatarsali cioè realizzati da dinosauri bipedi che a volte hanno impresso la loro metatarsi mentre camminavano. Alcune però probabilmente per un erosione creata da un riflusso di fango o per colpa di una doppia impressione sembrano assomigliare ad impronte umane….anche se un po’ troppo grandi .

metatarsal-track-diagram3

Ma se molte impronte sono risultate un errore di interpretazione, alcune sono risultate manipolate o addirittura scolpite da qualche buontempone che si voleva fare una bella risata.Link

La bufala dell’alieno di Lahore in Pakistan

Incredibile ma vero…. un mio amico mi ha mandato un articolo scritto in un conosciuto blog di Ufologia per chiedermi delucidazioni…..l’articolo datato 21-04-2013 è questo:

Sedacielo-1

Questo è il link mentre il video che viene proposto è questo….notare la data in cui è stato caricato

Ovviamente è una bufala ma la cosa che fa ridere è che è stata smentita il 12 giugno 2009 dal sito forgetomori guardate il link se avete ancora dei dubbi….
Tornando a noi la spiegazione è semplicissima guardando anche solo questo video di Youtube (datato 26 maggio 2009 ma caricato il 18-9-2010.

Avete capito cosa è?….Semplice un pupazzetto di plastica come quello nella foto sotto

alientoyd

Se avete dei dubbi ecco un confrontro fra di esso e l’alieno trovato a Lahore in Pakistan

2392c90c2029

Capita a volte di prendere un granchio anche ai migliori….l’unica cosa che fa ancora più ridere è che chi ha scritto l’articolo scrive: “Ovvio, in questa circostanza nessuno può pensare che si possa trattare di una pubblicità da parte di Greer”…..anche perchè chi pubblicizerebbe una bufala con una bufala più famosa?….A parte gli scherzi capita a tutti di sbagliare (evitate commenti offensivi su questo blog)…anzi l’importante è prenderla con ironia per questo ecco due link che scherzano su questa notizia changinguppakistan e Open Minds Forum

Le bufale degli Ufo in Russia e del fenomeno Petrozavodsk

Purtroppo questo mese sono subissato da impegni, ma mi fa sempre piacere scrivere un nuovo post….ho notato che in questi giorni si fa un gran parlare di Ufo in Russia occultati dal Kgb….ovviamente tutte bufale…innanzitutto qualcuno avrà notato foto come questa….

ufocrashrussia194019453vb
……oppure come questa…..

wwn2

come apprendiamo dal sito americano forgetomori questa immagine viene dal miglior giornale creatore di bufale ovvero il mitico weekly world news e vi posso garantire che c’è molto da ridere…guardate questo LINK con tutto il giornale da cui è presa la notizia e capirete di che parlo…

Ma non è finita poichè si fa un gran parlare del cosidetto fenomeno Petrozavodsk, cioè una serie di avvistamenti luminosi avvenuti nei cieli, il 20 settembre 1977. Gli avvistamenti sono stati riportati a Copenaghen, Helsinki , e ad ovest di Vladivostok a est. Il fenomeno prende il nome dalla città di Petrozavodsk in Russia . Il direttore del Osservatorio di Pulkovo, Vladimir Krat inizialmente ha pensato che il fenomeno fosse causato dalla caduta di un meteorite . In seguito il fenomeno fu attribuito a delle aurore ma esso non può avvenire a bassa quota poichè la loro luminosità superficiale è bassa. Nell’intervista, pubblicata nel 1977 da Kansan Uutiset e Uusi Suomi , il dipendente dell’ Osservatorio Geofisico Nurmijärvi, Finlandia, Matti Kivinen disse che poteva trattarsi del residuo di un razzo o di un satellite . James Oberg in effetti ha attribuito il fenomeno di Petrozavodsk al lancio del satellite sovietico Kosmos-955 dal Cosmodromo di Plesetsk , avvenuto il 20 settembre alle 03:58 circa ora locale.

Secondo James Oberg, il Kosmos-955 fu lanciato in direzione nord-est e gli abitanti di Petrozavodsk (situata a sud-ovest da Plesetsk) osservarono la scia della fiammata del satellite, che causò il fenomeno. Yuli Platov dell’ osservatorio del’ IZMIRAN nel 1984, la comparsa di una macchia luminosa è associabile con la svasatura del motore del satellite. In un articolo successivo Platov osservò inoltre che “un certo numero di effetti aggiuntivi, che accompagnò il fenomeno Petrozavodsk, fa supporre che esso sia associabile con il successo del lancio di prova di un missile balistico , che è stato condotto nella stessa regione quasi nello stesso momento”. Pdf 
Forse il punto è proprio questo, meglio che la gente creda di aver visto un Ufo o che sappia che sulle loro teste si fanno, tranquillamente,  esperimenti militari segreti? Fate voi…..a seguito della relazione ufficiale, si è saputo che il satellite conteneva attrezzature scientifiche per “un’ulteriore esplorazione dello spazio “e gli strumenti per la misurazione esatta dei parametri orbitali. Ma è anche venuto alla luce che il satellite era in grado di fare auto-osservazione dei propri sistemi e dispositivi e si presume che sia stato un test per il sistema di sorveglianza militare, Tselina-D ,satellite per la sorveglianza anche a scopi militari tutt’ora in uso in Russia.Link

Anche Query e il Cicap leggono Mistero Risolto

EVVIVA! Grazie ad un lettore ho scoperto che anche quelli del CICAP leggono Mistero Risolto non ci credete ecco le prove:cicap-1

Quella che vedete sopra è Query la rivista ufficiale del Cicap e l’articolo è a questo link peccato che l’articolo datato 9 aprile 2013 mi ricorda un po’ tanto il mio post del 2 aprile cioè di 7 giorni prima!!!!!! intitolato:

La bufala dei viaggiatori nel tempo, la donna con cellulare nel 1938

Evviva! Evviva!…. ma quello che mi fa più ridere è che accanto al post scopiazzato ci sia pure scritto donaci IL 5 PER 1000…. ma io son proprio str…o che faccio tutto gratis? Risposta si :-D… diciamo (mi ci metto pure io) tanto di Pablo Ayo ma Sofia Lincos (autrice dell’articolo per Query) mica scherza…….e va beh come dice il detto :

“Dagli amici mi guardi Iddio, che ai nemici ci guardo io!”

Mettiamola così pazienza tanto io non ci ricavo niente…mi piacerebbe essere citato ma pazienza….almeno sicuramente io mi sento  e so di essere serio qualcun’altro…..un po’ meno…

AGGIORNAMENTO

Il Query mi ha risposto nel commento lasciato al loro articolo:

Immagine

Con questo finisce qui il discorso….penso veramente ciò che scrivo ma vorrei sapere voi che ne pensate?

La bufala dell’alieno di Atacama il documentario di Steven Greer

Sinceramente sono un po’ sbigottito da come in America, Steven Greer sia considerato….in un forum normale e a mio parere solitamente imparziale (non è certo fatto da scettici sugli alieni) come abovetopsecret.com , questo pseudo studioso è considerato come il ciarlatano per antonomasia…. e il suo alieno, la sua ennesima bufala…In realtà ho capito perchè questa avversità verso Greer e le sue teorie dal sito swallowingthecamel , dovete sapere infatti che l’alieno di Greer è stato scoperto da un cacciatore di tesori, nel 2003, nella città fantasma di La Noria nel deserto di Atacama in Cile . Il piccolo scheletro essiccato, che è non più lungo di una penna, ha proporzioni perfette, ed è stato trovato sepolto in un nastro di stoffa vicino alla chiesa cattolica di La Noria. Aveva i denti ben formati, nove costole e un cranio stranamente allungato. I tabloid in Cile scherzando lo definirono un “nano orribile extraterrestre”, ma nessun dimostrò serio interesse per l’umanoide di “Atacama “. Passato di mano in mano un paio di volte, finì in Spagna, dove ne venne a conoscenza il dottor Greer, un ufologo americano noto per aver fondato il Disclosure Project . Probabilmente sentì parlare dell’umanoide durante il Simposio Esopolitico tenutosi nei pressi di Barcellona nel 2009 (dove era un presentatore). L’anno scorso, ha annunciato che il suo Centro per lo Studio della ET Intelligenza aveva avuto l’accesso a questo corpo alieno, ma avrebbe avuto bisogno di finanziamenti per effettuare prove scientifiche. Pubblicò una foto singola e una radiografia del “umanoide”, non sapendo che era già stato fatto un articolo su di esso dalla stampa scandalistica cilena nove anni prima. Alla fine di ottobre, ha annunciato che il corpo era stato esaminato da “esperti” che avevano utilizzato raggi X e TAC, ma non ha mai voluto rilasciare ne foto ne i nomi degli scienziati che avevano lavorato a tale progetto. Dichiarò solo che “uno dei migliori genetisti di tutto il mondo” stava studiando campioni di DNA estratti, e ” la principale autorità mondiale su anomalie scheletriche” aveva dichiarato a lui che lo scheletro non era umano.

sirius-atacama-humanoid-alien-picture-x-ray

A questo punto è giusto, per dare un peso alle sue dichiarazioni, sapere che S. Greer è famoso perchè :
nel corso degli anni ’90, egli ha sostenuto la capacità di evocare e comunicare con gli UFO utilizzando luci, laser, e la telepatia mentale.Senza mai dimostrarlo.
Nel 2008, il suo Progetto Orion ha annunciato che stava sviluppando un dispositivo free energy (energia libera). Ma che ritardo dopo ritardo fu rinviata la sua inaugurazione prima fino alla primavera del 2010, poi il Progetto Orion fu dichiarato impossibile da perseguire in quanto non erano state soddisfatte le loro esigenze di finanziamento (solo $ 3 milioni o giù di lì). Greer ha ripetutamente insistito che il dispositivo era già funzionante, ma non volle mai mostrarlo.
Nel 2009, ha praticamente garantito che l’amministrazione Obama avrebbe dato piena divulgazione sugli UFO ed ET per la fine del 2010. ( il video) cosa mai avvenuta
Infine è giusto dire che Greer sostiene che i segreti degli alieni, l’energia libera, l’ antigravità e veicoli spaziali vengono tenuti nascosti al pubblico da una cospirazione di massa forse nota come PI-40, composto da massoni, Bilderberg, la Commissione Trilaterale, il Council on Foreign Relations, e i Mormoni .
Detto ciò una mezza idea del perchè l’alieno di Atacama è ritenuto una bufala ce l’ho….ma non è finita…. Ho trovato infatti un articolo del sito Openminds.tv  che spiega bene da dove viene questo alieno e soprattutto perchè una bufala:
Qui illustrata l’origine del presunto ET presentato nel documentario “Sirius” del Dr. Steven Greer . Questa creatura è nota in Cile come il Noria ET del 2003, il nome deriva dalla città fantasma del nord della regione nel deserto del Cile chiamato Atacama.

sirius-atacama-humanoid-alien-picture

Questo sito ha  scoperto una serie di cose interessanti, tra cui il programma TV 7 in onda dal canale cileno Megavision Canale V. con le interviste di Oscar Muñoz, l’uomo che l’ha trovato, Alejandro Dávalos, il primo a fotografare l’essere, e il ben noto ufologo cileno Rodrigo Fuenzalida, direttore del gruppo di ricerca AION UFO.

Chiaramente questo programma è stato fatto nelle prime fasi del caso La Noria, quando il piccolo essere era di proprietà del proprietario di un pub dal capoluogo di provincia di Iquique. Si scopre anche che il suo proprietario è Ramón Navia-Osorio, un ricco imprenditore di Barcellona che gestisce il IIEE (acronimo spagnolo per Istituto di Investigazione esobiologico e studio), una organizzazione sugli UFO costituita nel 1975. Navia-Osorio è stato membro per molti anni prima di diventare direttore del gruppo. Abbiamo trovato un lungo rapporto, ” El Ser Antropomórfico de Atacama “(L’essere antropomorfo da Atacama), scritto da Navia-Osorio e pubblicato da Julio González in” Realidad OVNI “(Realtà UFO), un grande sito web UFO notizie dall’Argentina specializzata in casi dall’America Latina, appena sei giorni fa, il 5 aprile 2013.
Navia-Osorio inizia raccontando il suo viaggio in Cile settentrionale dieci anni prima, alla fine del 2003, egli fornisce anche il nome del proprietario di un pub di Iquique, Ricardo Clotet, spiegando che la transazione originale con Oscar Muñoz ha avuto luogo attraverso il fratello, Ricardo Muñoz, che a sua volta ha contattato Clotet. I dettagli della transazione tra Clotet e Navia-Osorio non si sanno, ma si diceera che si trattava di una somma abbastanza consistente. In ogni caso, entro il 2004 l’operazione ha avuto luogo e la creatura è stato trasferito in Spagna.
A suo merito va detto che Ramón Navia-Osorio ha fatto uno sforzo serio per far analizzare la creatura da scienziati di fama e medici, anche se la maggior parte di loro sembrava riluttante a mettersi in gioco e soprattutto a mettere i loro nomi in un rapporto firmato con conclusioni. Il 5 luglio 2004, la creatura è stata presentata alla Reale Accademia delle Scienze di Barcellona, dove è stata esaminata da diversi medici, biologi e zoologi i cui nomi sono riportati nella relazione di Navia-Osorio. Egli si lamenta dell’atteggiamento di chiusura mentale di molti degli scienziati della prestigiosa Università Complutense di Madrid e altre istituzioni accademiche e sostiene che alcuni di questi professori ammetterebbero l’unicità della creatura, ma si sarebbero rifiutati di affermare la stessa cosa in una relazione scritta o anche in una registrazione audio o video.
Navia-Osorio fornisce il testo di due documenti scientifici nel suo rapporto. Il primo è il rapporto “radiologico” firmato da medici E. Feijoo, C. López e JM Colomer, da questo rapporto, si apprende che la creatura non è un artefatto ma è un vero scheletro.

Atacama-Face - b

Il secondo documento trascritto è un rapporto medico forense scritto dal Dr. Francisco Etxeberria Gabilondo, professore di Medicina Legale e Forense presso l’Università dei Paesi Baschi, e specialista in antropologia forense con l’Università Complutense, che ha scritto lo studio presso il lascito del IIEE (probabilmente a pagamento, anche se questo non è menzionato); egli afferma che, “si tratta di un corpo mummificato con tutte le caratteristiche tipiche di un feto. Il corpo ha una lunghezza di 14 cm e visualizza tutte le strutture e legami anatomiche normali per la testa, tronco e le estremità “continua con una descrizione dettagliata di ciascuna parte del corpo e, infine, dà la sua visione complessiva.:
“Nel loro insieme, le proporzioni delle strutture anatomiche (scheletro e le parti più morbide), il livello di sviluppo di ciascuna delle sue ossa e la sua configurazione macroscopica, ci permettono di interpretarla senza ombra di dubbio come un normale feto mummificato … Sia sulla base della lunghezza totale del corpo così come per la lunghezza delle ossa, si può stimare che è un feto di in un periodo di gestazione approssimativa vicino a 15 settimane.

0001.jpg_415368877

Ma come ha fatto questo feto ha trovarsi nella zona abbandonata vicino alla vecchia chiesa di La Noria dove è stato trovato da Oscar Muñoz avvolto in un panno? Ovviamente nessuno lo sa, ma il dottor Etxeberria ipotizza che potrebbe essere si vecchio, ma probabilmente non un antico feto mummificato appositamente . Egli, infatti, spiega che a causa della loro mancanza (nei feti) di flora batterica del tubo digerente, che è dove avviene il processo di putrefazione dei cadaveri , i feti possono essere conservati abbastanza bene. A questo bisogna aggiungere le condizioni ambientali della regione di Atacama, che è il deserto più arido della terra, ed è perfetto per la conservazione di oggetti di vario genere. Non a caso, l’area nei pressi della città di Arica è famosa per le sue mummie di 10.000 anni quidi più vecchie di quelle in Egitto, ma il dottor Etxeberria spiega anche è improbabile che sia molto antica e gli attribuisce al massimo un centinaio d’anni.
La parte finale del lungo articolo di Ramón Navia-Osorio descritto brevemente come il Dr. Steven Greer è stato coinvolto in questo caso. Il collegamento è stato fatto dal Dott. Bravo, una dottoressa di Dallas, che ha portato il Dr. Greer all’ufficio IIEE a Barcellona….Aggiungo io che la sovrabbondanza di calcio riscontrata nelle ossa del povero feto spiegherebbe anche il perchè esso purtroppo sia stato abortito in quanto si tratterebbe di un caso di Ipercalcemia  in gravidanza sfortunatamente porta appunto ad un aborto spontaneo….
Tornando su toni più “leggeri” i miei complimenti a Greer per la sua ennesima bufala.