Archivio tag | fantasma

La storia degli spettri della SS Watertown è una bufala

Una delle più famose foto di fantasmi si è rivelata una bufala peccato però che pochissimi siti hanno dato notizia di questo. Nel aprile del 2010 Blake Smith, famoso scrittore e ricercatore del paranormale, decise di indagare sui famosi fantasmi del SS Watertown ( per chi non sapesse di cosa si parla ecco un Link). Ovviamente le sue ricerche partirono da l’unica prova concreta che si potesse cercare…la famosa foto dei due fantasmi (sotto)

fortean_times_6541_12

Per motivi di lunghezza del post mi limiterò a farvi un sunto dell’articolo di Blake Smith che potete trovare in forma integrale cliccando il link in fondo all’articolo.
I problemi per il ricercatore cominciarono subito in quanto non solo non si riusciva a trovare la foto originale ma alcune notizie erano del tutto inventate, ad esempio, Hereward Carrington primo autore “importante” ad occuparsi di questo mistero abbellì non poco la storia che si raccontava già nel febbraio del 1934 in un magazine del CITGO (proprietari della Watertown) . foto sotto

fortean_times_6532_5

Egli infatti scrisse che ” i fantasmi galleggiavano a circa 1.000 metri fuori il lato della nave ( Ma ciò rappresenta una distanza assurda per scorgere due facce nell’acqua…stiamo parlando di un chilometro!!). Carrington aggiunge che il primo ufficiale si procurò una macchina fotografica e che un altro ufficiale della società fornì un unico rotolo di pellicola e che il capitano fu incaricato di fotografare i fantasmi se fossero apparsi di nuovo; il fenomeno si verificò solo nel Pacifico, il capitano fece sei foto e quindi tenne la macchina fotografica in suo possesso fino a New Orleans dove consegnò le foto alla sua compagnia. Le fotografie sono state controllate dall’Agenzia Detective Burns che ne provò l’autenticità e i negativi conservati dai proprietari della nave (Tutto molto bello ma come faceva a saperlo non era scritto da nessuna parte, ne contattò mai nessuno, ed infine l’Agenzia Detective Burns diventata ora Securitas, nega nel modo più assoluto tale cosa). Per Blake Smith però rimaneva da trovare la foto dei visi dei fantasmi, cossicchè contattò Michael G Mann, il primo a fare un articolo con foto sulle presenze della petroliera Watertown, purtroppo Mann era morto ma per fortuna sua moglie aveva conservato tutte le foto e non solo, dopo alcune ricerche, riuscì ad ottenere anche foto della nave e della sua gemella, il Baldhill, in modo da poter trovare con esattezza dove la foto era stata fatta. foto sotto

fortean_times_6538_5

Il primo problema fu che non vi era più sui ponti inferiori o superiori il numero corretto di montanti verticali o dei puntoni che rappresentassero le linee scure della foto di Mann. Usando un software di editing ed utilizzando strumenti di misura e analisi si riuscì ad avere informazioni sufficienti per tentare una ri-creazione della Watertown foto. I risultati furono sorprendenti, in qualunque foto, i fantasmi della Watertown dovevano avere delle teste grandi come uomini! Fu contattato così Joe Nickell, ricercatore del Center for Inquiry (CFI) che dichiarò : “Ho visto tre foto fatte nel 1924 del SS Watertown che rivelano i due volti “fantasma” . Una stampa apparso in Fate (dicembre 1963), un’altra in Melvyn Willin di Ghosts Caught On Film (2007, P.71) è un alto contrasto ma copia della stessa immagine, il terzo scatto è in Mistery Readers Digest of the Unexplained (1982, P.173 ) ma ho seri dubbi sulla sua autenticità , in quanto questa immagine presenta una forma di imbroglio fotografico per mascherare una manomissione. In seguito anche le altre due foto per Black Smith risultarono manomesse, ma per sicurezza, le foto furono analizzate dall’esperto Tom Flynn. Che dichiarò che se un viso poteva essere solo un caso di pareidolia, l’altro era stato deliberatamente aggiunto in modo che ci fossero due facce a rappresentare i due marinai morti e sepolti in mare. La più alta risoluzione della foto della SS Watertown mostrò così prove evidenti di manomissione, ad esempio anche l’ombra, che è la linea verticale a sinistra della faccia centrale, dopo le analisi risultò essere stata modificata nella fotografia, ed è probabile che l’ombra del montante sia stata “creata” nella foto per coprire i trucchi usati per creare il volto al centro, e questo spiega anche le difficoltà di Smith per trovare il luogo da dove furono scattate le foto sulla nave. Pare ovvio dato queste conclusioni che ci troviamo davanti ad una falsa foto… e dato il periodo in cui è stata fatta non risulterebbe neanche così strano…a volte per scoprire una bufala basta solo non fermarsi alle apparenze ma cercare un po’ più a fondo la verità come ha fatto Blake Smith.

ARTICOLO COMPLETO IN INGLESE su forteantimes.com

ll falso fantasma bambino

Alcune persone tramite email mi hanno chiesto se posso tornare a scrivere di fantasmi….il che mi porta a dedicare questo post a Giulio (non metto il cognome) che mi chiede se posso dedicare un post alla famosa foto che ritrae un bambino “fantasma” in un cimitero (sotto)

best_baby_lg

Secondo la leggenda, una donna di nome Mrs Andrews era in visita alla tomba della figlia in un cimitero nel Queensland, in Australia nel 1946 o 1947. Sua figlia Joyce era morta circa un anno prima, nel 1945, all’età di 17 anni. Durante questa triste visita egli fece una foto, ma quando la pellicola fu sviluppata mostrò l’immagine di un bambino piccolo (che lei non riconobbe) seduto felicemente sulla tomba della figlia.
Indagando su questo caso, il ricercatore australiano del paranormale Tony Healy visitò il cimitero alla fine del 1990 e vicino alla tomba di Joyce, trovò la tomba di due bambine…Per molti anni la foto fu considerata vera sebbene molti avanzarono dubbi su una possibile doppia esposizione pareva difficile però che una signora comune con una grossa tragedia alle spalle speculasse su di essa. Quando il caso fu analizzato dal Ghost Research Society, però si scoprì che la leggenda non era vera, quindi ovviamente la doppia esposizione pareva più probabile e venne confermata da analisi successive. Peciò si può dichiarare con certezza il falso.

Tratto da
Lookingforghosts 
Ghost Research Society 

Il falso fantasma di Hampton Court Palace

Lo sapevo….posti una foto o un video di un fantasma e ti arrivano almeno altre sei email inerenti ad argomenti simili….Ovviamente è ironico, anzi mi fa piacerissimo ricevere email.
La prima email mi chiedeva se si è venuti a capo del misterioso fantasma di Hampton Court Palace.
Per chi non lo sapesse nel 2004 un video, che si diceva aver ripreso un fantasma, fece il giro del mondo grazie a tv e giornali conquistando parecchia notorietà. video sotto.

La Ghost Research Society (www.ghostresearch.org) lo bolla come un falso in quanto stando alle loro analisi la figura sotto il vestito indossa scarpe da ginnastica LINK
Io però vorrei far notare anche altri particolari che del fantasma hanno ben poco.
Mostrando un solo fotogramma della scena, come fanno o hanno fatto molti siti, non si può interpretare l’insieme del video, perciò ecco un  LINK  del sito degli investigatori inglesi del paranormale. che analizza e commenta frame per frame. Vorrei inoltre fare i complimenti, per l’ironia dimostrata nell’articolo infatti questo spirito del 16 ° secolo (così dicono molti siti ma in base a cosa non è dato sapere) viene elogiato poichè sa far funzionare una porta di sicurezza anti incendio moderna anzi, viene fatto notare che, sembrerebbe perfettamente in grado di farla funzionare, chiudendo una porta e poi l’altra, cosa non affatto semplice.


Volendo poi usare solo la logica bisognerebbe porsi le seguenti domande perchè un fantasma dovrebbe chiudere una porta antincendio? Perchè la figura risulta così tangibile tanto che, come mostra il gif qui sotto, il movimento delle gambe, delle braccia e delle mani oltre che apparire visibile è in linea con quello del noto articolazione umana.

Altra cosa perfettamente spiegabile è il particolare vestito indossato dall’individuo infatti è cosa risaputa che al palazzo di Hampton sia le guide sia alcuni figuranti sono sempre vestiti con abiti “antichi” vedi foto sotto.

Che era una bufala è cosa certa ormai, però non si capisce come mai, ma non è cosa rara, quando appare un video che cattura qualcosa che può essere definito “paranormale” i siti fanno a gara a chi per primo pubblica la notizia, ma nel caso ci sia una smentita, quelli poco seri, non son tutti ma sono tanti, si vedono bene dallo scriverla neanche come trafiletto. Questo fa sempre tristezza perchè come al solito ciò ha un effetto boomerang e danneggia anche i siti seri o chi compie ricerche in maniera professionale sul paranormale.

Il fantasma di Manila, Filippine

La mia compagna mi ha mostrato una foto proveniente dalle Filippine, suo paese di origine, che ha fatto discutere tutta l’Asia, qualche anno fa e che ora è fonte di discussione in Italia e nel mondo tanto da venire menzionata dal più importante sito di fantasmi americano, il quale per altro la dichiara come autentica: ” notate come l’apparizione sembra quasi trasparente ad eccezione del braccio, che sembra molto solido. Non è una cosa facile da fare con un qualsiasi programma di manipolazione fotografica. Ciò potrebbe sembrare una bufala fatta impostando un tempo di esposizione lungo…ma sarebbe difficile da fare con una piccola macchina fotografica del cellulare… Per me, la foto ha l’aria di autenticità… ma potrei sbagliarmi“. LINK 
Lo scatto in questione proviene da Eastwood City, Manila, è stata fatta con un Nokia 7250, un telefono cellulare con fotocamera. La storia dietro ad essa narra che due ragazze dopo una notte di divertimenti volessero farsi scattare una foto, così chiesero ad un passante di fotografarle, ma ciò che videro nello schermo del telefono scioccò loro. Un essere spettrale era accanto alla ragazza a destra e sembrava toccarle il braccio. (vedi foto sotto)

Tralasciando la morale della storia ovvero: ragazze non state in giro la notte, che già di per se può indicare la falsità della storia, appare evidente di che cosa si tratti: è semplicemente l’applicazione per cellulare GhostCam per nokia….come mostrato in questa comparazione, a destra la foto del fantasma a sinistra una foto di un sito che mostra l’applicazione.

Può far sorridere che la soluzione a questa bufala sia così semplice ma in realtà all’inizio il telefonino che aveva questa applicazione era poco diffuso in Asia (ricordo che era un Nokia 7250 ma l’anno della foto era il 2006!) e quando la foto si diffuse da noi 2011-2012 ormai era una applicazione antiquata dato l’arrivo della nuova applicazione GhostCam per Android, metto il LINK se qualcuno si volesse divertire a farsi fotografare con falsi fantasmi. Mi raccomando però di non spacciarle come vere….anche perchè prima o dopo verreste smascherati e avreste solo ottenuto di aver fatto una brutta figura!

Il fantasma nello stadio della partita Psg – Porto

Oggi mi è arrivato un email sul fantasma fotografato durante la partita di  Champions League Porto – Psg al decisivo goal di James Rodriguez. vedi foto sotto.

Appena segnato Rodriguez corre a festeggiare con i tifosi del Porto all’ Estádio do Dragão; un fotografo freelance scatta la foto per immortalare il momento, ma la stessa foto una volta ingrandita sembra mostrare una sagoma di un uomo che applaude, i vestiti di questo individuo ed il suo taglio di capelli sembrano risalire a metà del 1900, dato il suo alone di evanescenza, molti lo indicano subito come uno spettro e sedicenti esperti, si affrettano ad aggiungere che sarebbe stato possibile catturare questa immagine solo con una macchina fotografica professionale e che l’immagine è troppo chiara per essere una sfocatura o un problema di illuminazione.
Purtroppo per loro un altro fotografo freelance, Luis Vieira, con un’altra foto ha svelato il mistero. Il fantasma non era altro che un’anziana signora
che non è stata molto veloce ad alzarsi dal suo posto per festeggiare il goal del Porto e per un gioco di luci è rsultata molto in ombra, sotto si può vedere la simpatica vecchietta sedersi al suo posto e a fianco un ingrandimento della foto del “fantasma”


Tratto da
101greatgoals 
20min