Mohenjo-Daro la bufala dell’esplosione nucleare

Pochi giorni fa mi è capitato di vedere un documentario di Ancient Aliens, un programma su Focus, che mette in evidenza alcune prove che darebbero credito alla teoria degli Antichi astronauti. Nel filmato veniva analizzato il sito archeologico di Mohenjo Daro in Pakistan. Si sosteneva che in esso vi fossero presenti tutti i segni di una possibile esplosione di bomba nucleare il che confermerebbe la presenza in un antico passato di alta tecnologia e di una battaglia di Ufo….

mohenjo-daro-ruins-285685-sw

Nel documentario si raccontava che: “scheletri di persone sono stati trovati a faccia in giù in strada.., i loro volti e il posizionamento del corpo suggerirebbero che subirono una morte improvvisa e violenta.. nessuna cultura fa letteralmente giacere i morti in strada. Perciò gli archeologi hanno dedotto trovando resti umani che qualcosa di “grande” era successo a queste persone. Inoltre si domandavano: “Perché non vi è prova che gli animali selvatici mangiarono i loro resti, e perché, anche dopo migliaia di anni, le loro ossa non erano scomparse?  In alcune aree del sito che aono stati trovati alti livelli di radiazioni. Tanto è vero che il ricercatore britannico David Davenport ha dichiarato di aver trovato una zona ampia 50 yard (45 metri) che probabilmente è l’epicentro dell’esplosione di Mohenjo Daro poichò tutto sembra essere stato fuso attraverso un processo di trasformazione noto come vetrificazione. La vitrificazione è un processo in cui la pietra viene fusa in uno stato di magma, e poi si indurisce nuovamente. Ma una volta che la pietra si è indurita di nuovo sembra vetro. A Mohenjo Daro troviamo la prova di vetrificazione, che avrebbe potuto solo essersi formata, se il materiale fosse stato esposto ad estremo calore di una qualche tipo di esplosione “
Tutto molto interessante però mi sono ricordato di aver letto da poco un articolo riguardante proprio questo evento che mette in luce come veramente sono viste queste prove, non a caso il link che propongo viene dal sito americano Ancient Aliens Debunked che tradotto vuol dire Ancient Aliens smascherato. LINK  (l’articolo è anche in video)

Cerchiamo di elencare i punti toccati da Ancient Aliens:
1.Scheletri, per mano, che dicono sembrino morti nello stesso istante.
2.Nessuna evidenza di animali “spazzini”.
3.Ossa straordinariamente ben conservate.
4.Presenza di radiazione nel sito.
5.Un epicentro dove è presente la vetrificazione della pietra .

Uno dei primi problemi con questa teoria è la città stessa. I suoi edifici sono ancora intatti, alcuni dei quali sono 15 piedi di altezza. [link]
Ma essi sono stati fatti con il fango, per cui come si potrebbe pensare che un’arma nucleare il cui potere distruttivo principale è nella forza della sua onda d’urto non sarebbe in grado di rovesciare alcuni edifici di mattoni di fango? Ma andiamo avanti, che dire di questi scheletri? Ancient Aliens fa sembrare molti gli scheletri trovati quando in realtà sono stati solo trovati 37 corpi, non solo questi 37 scheletri non mostrano segni di morte improvvisa, anche perchè la data della loro morte varia a volte fino a un migliaio di anni l’uno dall’altro!!!!!!!![link]

Figure_14-ss16

Nessuno degli archeologi coinvolti ha pensato che questi scheletri suggerissero una catastrofe improvvisa e a peggiorare le cose per Ancient Aliens è da sottolineare che tutti i corpi erano stati sepolti! L’idea che essi siano stati trovati in giro per le strade non è vero. In realtà Ancient Aliens ha detto questo ma è completamente falso. Il fatto che essi non siano morti nello stesso istante e il fatto che essi siano stati sepolti in modo normale spiega perché non vi erano segni di spazzini!Che dire delle ossa ben conservate? Questo può essere spiegato semplicemente con il luogo, a Mohenjo Daro è uno dei luoghi più caldi della terra, con temperature che raggiungono i nostri 50 gradi (128°F), è anche molto secca e quindi si tratta di un clima perfetto per la conservazione. In realtà questo è probabilmente anche il motivo per cui gli edifici di mattoni di fango sono ancora in piedi.

mohenjo-daro-7

Il problema con le affermazioni circa le radiazioni a Mohenjo Daro non sappiamo da dove provengono. Certamente non era uno degli scienziati coinvolti con gli scavi di Mohenjo Daro poichè hanno chiesto loro ad Ancient Aliens di chi fosse tale scoperta ma nessuno ha mai fatto o ammesso di aver fatto un qualsiasi riferimento che verificasse questa affermazione, così fino a quando la presenza di radiazioni non può essere dimostrata esister nel sito non vi è alcuna ragione per affrontarlo.
Che dire dell’epicentro di vetrificazione? Ebbene, secondo gli archeologi non è l’epicentro di nulla. Si parla infatti di una piccola quantità di cocci che, perchè la ceramica viene messa nel fuoco ad indurire, formando uno specifico tipo di vetrificazione chiamato Frit. Come già detto non c’è nessun epicentro in questo sito se non si vuol prendere in considerazione la ceramica [link] Sarebbe comunque istruttivo per noi guardare i vari tipi di vetrificazione della sabbia e le sue diverse cause.C’è la fulgurite, che è sabbia fusa da un fulmine. C’è la Tektite, che è la sabbia fusa dalla forza compressa di un meteorite. C’è la Frit che è la parziale fusione della sabbia e di altre sostanze chimiche in presenza di ceramica riscaldata (che è ciò che è stato trovato a Mohenjo Daro), infine c’è la Trinitite che è la sabbia causata da un’esplosione nucleare.

mohenjodaro06_14

Tag:, , , , , , , , ,

58 responses to “Mohenjo-Daro la bufala dell’esplosione nucleare”

  1. manu says :

    scusa ma 128 gradi di temperatura mi sembrano un pò troppi!! non ci credo

    • die2878 says :

      Fai bene a non credermi perchè è un errore di trascrizione….essendo un articolo americano i gradi in questione sono si 128 ma non i nostri Celsius ma Fahrenheit…..come si può leggere su Wikipedia questa regione, Sindh, ha temperature medie di 46 gradi(115°F)e raggiunge spesso i 128°F, poco più di 50° gradi nostri….Chiedo scusa dell’errore… e correggo

  2. Vincenzo says :

    Perdonami,ma io avevo letto (e se non ricordo male c’erano anche delle foto) di mattoni e vasi in terracotta deformati dal calore..Poi c’è la questione di 37 scheletri: si parlava anche su di loro di tracce di esposizione a forti temperature(ben oltre i 50°) ..e comunque, anche fossero stai seppelliti..ma gli altri abitanti?Non è stato trovato un cimitero? Poi resta la questione dell’ estrema (si fa per dire) modernità della città stessa, che nonostante sia collocata in un periodo in cui l’uomo dovrebbe essere poco più di un raccoglitore di ortaggi selvatici/cacciatore armato di selci, mostra un’estensione da metropoli e un’organizzazione degna forse di Roma ai tempi dell’impero..
    Non voglio gridare all’UFO, però forse l’archeologia deve aggiustare il tiro qui e là..

    • die2878 says :

      Ciao Vincenzo, partendo dal presupposto che sia sempre corretto aggiustare il tiro e non rimanere ancorato solo a vecchie convinzioni, il mistero di Mohenjo-Daro è stato molto inflazionato, che non vi sia stata un esplosione è fuori di dubbio visto la scoperta di case create in fango “strutturalmente ancora in piedi”, il cimitero come lo concepiamo noi ovviamente non è stato trovato perchè il moodo in cui venivano “trattati i morti” era ben diverso, comunque son state trovate alcune sepolture…Mentre per i vasi e terracotta bruciate la risposta si può trovare nel post e nella scoperta di una fornace per i corpi esposti a forti temperature o radiattivi in realtà è una informazione sbagliata data da un referto italiano di metà 900 successive analisi han dimostrato che in questi scheletri non vi era nulla di strano anche perchè che senso avrebbe (nel caso fosse accaduto veramente qualcosa) che solo 37 persone su uuna popolazione di 70.000 abitanti presentassero certi segni e poi non coincide nemmeno il loro periodo di datazione. Infine in realtà Mohenjo-Daro non era l’unica città in questa area geografica anzi tutt’altro…basta pensare ad Harappa o ad altre città, inoltre non bisogna dimenticare che vi sono città ben più antiche, anche perchè se ci pensi il primo insediamento con struttura anche se solo con funzione religiosa è Gobelki Tepe di ben 6000anni più vecchio http://it.wikipedia.org/wiki/Mohenjo-daro e http://it.wikipedia.org/wiki/G%C3%B6bekli_Tepe.
      Comunque questo a mio modo di vedere ma, come già detto, credo che aggiustare di tanto in tanto il tiro non sia affatto un’idea sbagliata.

      • juan sin tierra says :

        ha parlato Dio

      • die2878 says :

        Non sono Dio mi attengo ai fatti le sarei grato se evitasse stupide battute, primo per rispetto di chi crede, io sono ateo, ma per le persone religiose potrebbe trovarla come una mancanza di rispetto, secondo poichè io non ho mai detto che la mia sia una verità assoluta, si basa su tutti i documenti che ho raccolto e non ho mai imposto nulla a nessuno o solo formulato la mia teoria

    • juan sin tierra says :

      certa mente abbiamo raggione in dubitare della ” certeza ” dei scienziati , que non vedono oltre de le cose que attualmente esistono, e non pensano a cose completamente diverse,

    • juan sin tierra says :

      pure è d’ aggiungere che si hanno trovato altre 10 scheletri

      • die2878 says :

        La quantità di scheletri trovati è secondo le fonti ufficiali quella scritta nel post se lei pensa che sia differente è libero di postare il documento che afferma la quantità di scheletri che lei dice

  3. Antonio G. says :

    L’errore frequente che possiamo fare di solito è analizzare i fatti con le nostre conoscenze attuali; per cui se collimano, bene, altrimenti sono da scartare.
    Non conosco i dettagli circa la datazione degli scheletri; tuttavia ammesso che ci sia stata veramente una forma di esplosione nucleare, non è detto che debba essere stata per forza con una bomba come quelle che abbiamo noi oggi.
    Che ne sappiamo com’era eventualmente tale arma? Anche oggi ne esistono molteplici tipi diversi in dotazione agli eserciti che distruggono solo questa o quella cosa, lasciando intatte tutte le altre. Prendere solo questo come paragone mi sembra un po’ ingenuo, sinceramente…
    E’ come cercare vita in altri pianeti che abbiano solamente le nostre stesse caratteristiche: bisogno di sole, di ossigeno, ecc. Ma sappiamo benissimo che già sulla Terra esistono innumerevoli specie animali che si sono adattate agli ambienti più estremi, dove non c’è luce; non c’è calore; addirittura non c’è nemmeno acqua ma laghi acidi…. ! Bene, per fare un’analisi con onestà intellettuale bisognerebbe valutare tutte queste ipotesi, non fermarsi solo alla prima apparenza, secondo me. E poi ciò che sarà sarà; altrimenti il risultato viene inficiato già dall’inizio.
    Ben vengano comunque tutte le analisi contro corrente, aiutano anche quelle a conoscere l’eventuale verità!

    • Remo says :

      Le armi sono tante ma sempre gli soliti effetti hanno: o esplodono, o ti tagliano o ti perforano non ci sono altri tipi di danni fatti delle armi. E poi ammesso che sia vero quello che dicono: popolazione morta improvvisamente, alte temperature per fondere la sabbia; l’ipotesi più realistica, piuttosto che fantasiose armi atomiche, è un’esposione meteorica a bassa quota stile Tunguska

    • juan sin tierra says :

      completamente d’ accordo con te penso sia il comento più accertato , veramente, solo mi spiace che tra tanto noi ci pensiamo a queste cose y berlusca e i suoi ci stano fregando il nostro futuro

      • die2878 says :

        Per quanto possa essere d’accordo o meno con lei da moderatore le chiedo di evitare commenti religiosi o politici poichè sarò costretto altrimenti a cancellarla.
        Saluti

    • Luca says :

      La tua analisi su cui a Mohenjodaro vi sia stata un arma di distruzione di massa può essere corretta, in quanto un ipotetica bomba a neutroni, ucciderebbe tutte le persone all’istante, lasciando intatti gli edifici. Da altra parte ci sarebbero più corpi con la stessa datazione, non con datazioni diverse e in numero esiguo (37 corpi) su una città molto popolata (70000 ab.). Inoltre dovrebbero esserci gli effetti del fall-out. Se non fosse questa ci sarebbero altri tipi di tracce, stai sicuro.

    • Marisa says :

      Mi sembra una risposta di buon senso…..

  4. Giuseppe Sorrentino says :

    Ciao. Volevo solo aggiungere che recenti analisi hanno evidenziato che i mattoni delle abitazioni ancora intatte hanno subito uno sbalzo di temperatura che va dai 1000 gradi centigradi ai 50 gradi. Come si spiega? Forse una guerra di vimana? Anche perché l’alfabeto antico pakistano è identico all’antico alfabeto dell’isola di pasqua. Grazie

    • die2878 says :

      Sinceramente che l’alfabeto pakistano sia uguale a quello di pasqua direi che non è vero
      Questo è l’alfabeto Rongorongo

      Questo è l’alfabeto pakistano

      Inoltre è da circa 20 anni,ovvero dai primi anni 90 che un equipe archeologica ufficiale NON fa delle analisi su Mohenjo-Daro…la sua affermazione può quindi essere documentata in quanto nel registro del sito archeologico non ve ne è traccia….se si può inviarmi il link le sarei molto grato

      • silvia says :

        quella è la Devanagari usata per scrivere diverse lingue dall’XI secolo a.C., un po’ come la koinè dialektos greca entrata in vigore a partire dall’epoca ellenica. Anticamente era in uso un altro alfabeto, indecifrato che riporta notevoli somiglianze con l’alfabeto rongorongo

      • die2878 says :

        l’alfabeto utilizzato in Pakistan è l’urdu, il Devangari era utizzato già nel V secolo ac e non ne l’XI ciò è documentato anche su wikipedia it.wikipedia.org/wiki/Alfabeto_devanagari, ho citato il devengari perchè forse a livello cronologico è il più vicino al Rongorongo. Detto ciò è giusto dire che forse vi riferivate all’alfabeto della civiltà dell’Indo, anche perchè altrimenti non saprei proprio a quale altra lingua fare riferimento essendo che nella zona del Pakistan sono presenti, oltre che gli alfabeti di chi aveva conquistato le terre, in ordine cronologico la scrittura della civiltà dell’Indo, il Devangari e l’urdu (http://en.wikipedia.org/wiki/Pakistan )
        Comunque non vedo assolutamente nessuna somiglianza neanche con la scrittura della civiltà dell’Indo

        Ma non solo non riesco neanche a trovare un solo documento che attesti la somiglianza della scrittura RongoRongo en.wikipedia.org/wiki/Rongorongo con una scrittura asiatica quindi mi chiedo da dove dieriva questa vostra nozione? avete un link di riferimento?

  5. manuel says :

    Salve a tutti. Di immagini che comparano la scrittura rorngorongo con quella di mohenjo-daro se ne trovano parecchie in rete. Sembra che molti simboli risultino praticamente identici quindi a meno che non si tratti di bufale cio rapresenterebbe un bel rompicapo data la. distanza spaziale e temporale tra le due civiltà. Allego un link che pare affidabile: http://www.new1.dli.ernet.in/data1/upload/insa/INSA_1/20005b60_122.pdf

    • die2878 says :

      Grazie Manuel finalmente un documento ora capisco di cosa stiamo parlando…. colpa mia non ho pensato ad Harappa
      http://en.wikipedia.org/wiki/Harappan_language
      Infatti questo è lo studio di Benon Szalek fatto nel 1989 che analzzava i punti in comune fra la scrittura di Harappa e quella dell’isola di Pasqua ….questo studio però a parere degli storici e io concordo con loro non ha senso ed è pura invenzione…intanto non è vero che vi sono simboli simili come questi vi sono molte poche somiglianze infatti soli i primi due simboli son verificati

      Infatti i simboli Rongrongo che si sono riusciti ad estrapolare sono questi

      Fortunatamente nel 2007 sono stati scoperti altri simboli come si può vedere cliccando il link in fondo al commento

      Ma anche volendo trovare similitudini nei simboli il problema fondamentale per cui questa comparazione non è stata presa seriamente è il fatto che ne il Rongorongo ne la scrittura dell’indo sono mai state tradotte; ora a questo punto come è possibile tutta la discussione del linguaggio fonetico e semantico descritto nel pdf, gentilmente postato da Manuel, se tutt’oggi non si conosce la lingua Rongorongo ne quella detta di Harappa? è impossibile…. è come se io senza conoscere due lingue incominciassi a compararle perchè due o tre simboli sembrano simili….non avrebbe il minimo senso. Il fatto che tutt’oggi esse non siano state tradotte è forse l’unico vero mistero presente tutt’ora senza una possibile soluzione
      http://en.wikipedia.org/wiki/Decipherment_of_rongorongo
      http://en.wikipedia.org/wiki/Indus_script

      • manuel says :

        Grazie della risposta e delle puntualizzazioni.
        Concordo con tutto anche se credo che le profonde somiglianze tra parecchi simboli delle due scritture sia un fatto che difficilmente può ricondursi al semplice caso in particolar modo se come si pensa il rongorongo sia nativo dell’isola di pasqua. A mio modesto parere penso solo che fatti come questi difficilmente portano ad ipotesi innovative come dovrebbero ma sono spesso sottovalutati dagli specialisti ortodossi.

      • die2878 says :

        Che dirti Manuel concordo anch’io con ciò che affermi, forse è anche normale che il guerriero o un animale siano simbolicamente uguali o simili in varie scritture arcaiche in quanto il simbolo stesso risulta la stilizzazione della figura che vuole rappresentare, ma è pur vero che alcune volte teorie innovative e magari corrette vengono sottovalutate.

  6. Luca says :

    Buon lavoro di analisi die2878. Complimenti per il lavoro da debunker.
    P.S. se lo vuole sapere l’ho vista anch’io quella puntata di Ancient Alien su Focus.

  7. zetar says :

    Ho avuto modo di leggere parecchio su quella località, la presenza di quegli scheletri non è necessariamente legata alla probabile esplosione atomica, ma alle conseguenze della stessa, cioè quegli scheletri appartengono a persone giunte in quel posto parecchio tempo dopo l’esplosione e quindi morti a seguito delle alte radiazioni presenti in loco. Infatti sono morte a distanza di tempo l’uno dall’altro, un esplosione di tipo atomico, avrebbe vaporizzato quei corpi. Inoltre i mattoni di terracotta di molte di quelle costruzioni, sono vetrificati. Non credi che questo meriterebbe delle riflessioni in merito? Lo dico solo per cercare di capire per quale motivo altrimenti quella citta così “MODERNA” avrebbe dovuto essere abbandonata. Voglio dire che chi l’aveva costruita, aveva creato sia le fogne coperte, che l’approvigionamento dell’acqua e quelli che Noi oggi chiamiamo bagni. Futuristici non trovi?

  8. michele says :

    e se le armi non erano atomiche ma elettromagnetiche? vi siete posti questa domanda ?

    • die2878 says :

      Partendo dal presupposto che io non penso sia usata nessuna arma , una bomba elettromagnetica serve a mettere fuori uso i componenti elettrici o elettronici che senso avrebbe avuto usarla sul popolo di Mohenjo-Daro?
      http://it.wikipedia.org/wiki/Bomba_elettromagnetica

      • zetar says :

        Bomba elettromagnetica? totalmente inutile, ma torniamo a Mohenjo.

        Quella città e posta su una collina, infatti da li il nome “Collina dei morti”.
        Guardando le varie foto e riprese televisive nonche video su you tube, si vedono muri di mattoni da 1,5 mt. di spessore. Quei muri non superano i due metri di altezza, per cui qualunque cosa al di sopra di quella misura e stato spazzato via, ma da cosa?? Perchè molti muri sono vetrificati??
        Inoltre quei muri sono rimasti in piedi, perchè tutta la città sorge su diverse alture a sbalzo, se fosse stata in pianura non sarebbe rimasto nulla in piedi. Parliamo di case a due piani molto “moderne” per allora.

        Vedi la differenza tra Nagasaki e Iroshima, la prima con danni relativi e la seconda quasi rasa al suolo. La prima però era tra le colline.

        Non è per insistere, ma apparentemente ci sono i presupposti che l’evento atomico possa essersi verificato. Molti esperti sono andati sul posto addirittura con rilevatori di radiazioni, ma signori miei sono passati dei millenni, cosa si può rilevare dopo diverse migliaia di anni.

        Detto questo però, le mie e quelle di molti altri restano teorie/congetture, la verità la sapremo tra un pò di anni, quando verrà scoperto altro, per ora abbiamo i miti che parlano di distruzione dall’alto. Mito? Verità? Mha!.

        Ciao

  9. Mira del Bosforo says :

    Scusate non ho letto tutti i commenti quindi mi scuso per eventuali ripetizioni. L’idea di una esplosione nucleare o, più propriamente, di un evento straordinario con effetti letali simili alla radiazione nucleare, è suggerita dai racconti contenuti nelle tavolette sumere ritrovate a Ur (non ricordo esattamente dove), che ci raccontano del “vento della morte” che gli Dei scatenarono su quelle zone, descrivendone anche gli effetti…. Credi che questo lasci pensare..

    • die2878 says :

      Ma nessuno l’ha mai nominato perchè sinceramente non so dove tu possa aver preso un dato simile…. ma hai un documento per affermare ciò? Perchè sono addirittura due culture completamente diverse neanche vicine….Mohenjo-Daro è una città fondata sull’Indo vicino Harappa http://it.wikipedia.org/wiki/Mohenjo-daro mentre Ur fa parte della civiltà sumera http://it.wikipedia.org/wiki/Ur e comunque in tutta la mitologia sumera non viene mai nominato un qualcosa di simile al “vento della morte” http://it.wikipedia.org/wiki/Mitologia_sumera

      • zetar says :

        Mira del Bosforo non ricorda, ma effettivamente sono fatti riportati nelle tavolette Sumere tradotte da Sitchin e nella Bibbia. I fatti sono riportati nei suoi libri in particolare in “Quando i giganti abitavano la terra”. Parla della distruzione di Sodoma, Gomorra ed altre tre citta ad opera degli elohim che fecero piovere dal cielo zolfo e fuoco. (Riporto testualmente)

        “Abramo contemplo dall’alto Sodoma e Gomorra e tutta la distesa della valle e vide che un fumo saliva dalla terra, come il fumo di una fornace (Genesi 19-27/28) questo fù lo spettacolo che apparve, e poi la legge delle conseguenze involontarie si rivelo esatta su scala catastrofica, poichè un esito imprevisto dell’olocausto nucleare, fù l’estinsione della Sumeria stessa: Una nube nucleare tossica, spinta verso est da venti imprevisti, distrusse tutta la vita in quella regione. IL VENTO DEL MALE, fu scatenato da ordigni nucleari, quelli nascosti dietro le porte furono abbattuti all’interno, quelli sui tetti morirono lì, fu una morte terribile, orrenda, ovunque arrivava il vento del male, le persone non riuscivano più a respirare, le bocche si riempivano di sangue, come pure le teste e i volti venivano resi pallidi dal vento del male. Avvertiti della direzione del vento gli Dei fuggirono nel panico dalla Sumeria, dietro di Loro tutto rimase in piedi, templi, case, stalle, ma ogni essere vivente uomo, animale o vegetazione MORI'”.

        Questo traduce e scrive Sitchin dalle tavolette Sumere, riferendosi agli Anunnaki, confermato dalla bibbia che dice che a fare questo furono gli elohim (dio).

        Quindi tavolette Sumere e bibbia (genesi 19-27/28)

        Ciao

  10. giordano says :

    Essendo la prima volta che scrivo in questo blog, se chiedo scusa se dico cose già scritte.

    E’interessante e giusto sentire il parere di tutti.
    In rete nella maggioranza dei link che s’interessano di Mohenjo daro dicono che la scrittura di tale civiltà sia SIMILE a quella dell’ISOLA DI PASQUA.
    E poi lo dice anche l’Enciclopedia Treccani ! Non i CREDULONI degli UFO.
    ___________________________________________________________

    Da:http://www.treccani.it/enciclopedia/isola-di-pasqua_%28Dizionario-di-Storia%29/

    Pasqua, Isola di (nome indigeno Rapa Nui)
    Dizionario di Storia (2011)

    Pasqua, Isola di (nome indigeno Rapa Nui) Isola polinesiana di origine vulcanica, situata nell’Oceano Pacifico, a O delle coste del Cile, dal quale dipende politicamente dal 1888. La popolazione indigena appartiene per lingua e cultura al gruppo polinesiano, ma a causa dell’isolamento geografico ha sviluppato una forma particolare di civiltà, con una peculiare produzione artistica, tra cui spiccano le moai, statue antropomorfe di grandi dimensioni dalla caratteristica testa allungata. Le tavolette in legno (kohau rongorongo) coperte di segni pittografici tuttora indecifrati, che vanno lette col sistema bustrofedico, sono considerate affini alle scritture di epoca eneolitica (3000 a.C.) di Mohenjo Daro e di Harappa, nella valle dell’Indo, e potrebbero riferirsi ad un’ondata migratoria non polinesiana, anteriore all’arrivo della popolazione autoctona attuale. L’isola fu avvistata nel 1686 o 1687 dal bucaniere inglese E. Davis, e fu battezzata dall’olandese Roggeveen nel giorno di Pasqua del 1722; fu poi visitata da J. Cook (1774) e da J.-F. La Pérouse (1786). Isola di Pasqua

  11. Sandy says :

    Mi sembri Paolo Attivissimo. Che tristezza vivere in un mondo pieno delle certezze dei debunker. Anche Galileo veniva deriso dai debunker della sua epoca, per fortuna continuò ad inseguire quel sogno assurdo della terra che girava attorno al sole. E Colombo che credeva che la Terra fosse rotonda? Ma tu pensa che razza di creduloni fossero!
    Mi viene a mente che Tesla, un genio oggi riconosciuto universalmente, un secolo fa fu vittima di una campagna atroce di debunkeraggio, dietro la quale c’erano gli interessi economici di Edison e dei suoi amichetti finanzieri di Wall Street, i quali avevano investito tutto sulla corrente continua dello stesso Edison, per esempio…
    Quindi prima di dire: questa è una bufala di sicuro perché l’afferma il tale sito, perché non ti fai un’idea facendo ricerche personali e confrontando le varie teorie con la mente un po’ più aperta? Questa Terra è così piena di misteri e di cose da scoprire… chissà quante cose ancora non sappiamo sul passato dell’uomo. Magari fra qualche anno verrà ritrovato un archivio come quello di El-Amarna o quello di Ebla e sapremo la verità su quanto è accaduto a Mohenjo-Daro.

    Rispettosamente.

    • die2878 says :

      Ciao Sandy, in tutti questi anni ( studiando vari casi, tra cui anche questo e informandomi presso chi ha lavorato in tale sito) mi son fatto un’idea…..rispetto la tua ma io penso che molte volte le notizie vengano travisate per comodo (esperienza personale, come si può leggere in alcuni commenti)…e la storia di Mohenjo-Daro è una di queste….
      Ciao e nessun problema a pensarla diversamente da da me😉

  12. jamil says :

    Direi questa grande civiltà fu citata nella bibbia sotto il nome Edom e nel corano sotto il nome Thamod ( dalla pietra rossa: Stibnite e Cinabro), anche Edom furono chiamati i rossi, fu mandato a loro il profeta Saleh ( Lamech bibbia).
    Questa popolazione Edom hanno chiesto un segno al Loro inviato o un segno divino, furono accontentati, il loro segno fu una Naqa, un serpente cobra ( Naag in lingua hindi e Naka).

    Nella traduzione del corano Naqa significa Cammella, direi chi hanno commesso un sbaglio i traduttore, infatti in india è adorato il serpente Naag ( serpente cobra).

    Questa popolazione avevano una cisterna, un pozzo o un lago d’acqua in cui potevano accedere solo giorni alternati con il serpente cobra ( Naag), non dovevano toccare e lasciare il serpente a mangiare nelle terre di loro.

    Ma nella città c’erano nove individui ( i nove sole false) chi non temevano Dio onnipotente e quindi hanno attaccata da dietro sulla coda ma il serpente sputò il suo veleno e uccise.

    Siccome era un popolo pervertito fu sterminato dalla corrente elettrica.

    Il loro profeta Saleh molto probabile è andato in America centrale insieme ai fedele, molto probabile l’indiani ( pelle rossa) arrivati in America dopo sterminio a Mohenjo-Daro.
    Si vede all’ingresso del piramide in Messico il serpente.
    Il culto del dalai lama e Budda derivano dai loro inviati Hud ( Ai nella bibbia) e Saleh_Serpente, siccome la radice della popolazione fu sterminata quindi ci sono tanti legende
    Nazca, Inca, Snake, Ananuki, il serpente astuto,………sempre sono per questa storia

  13. Daniel Catanas says :

    non potete dire che è una buffala. voi stessi avete detto che non si sa un granché su queste radiazioni. se sono vere o false intendo. dovete essere sicuri al 100% che quelle radiazioni non ci siano. e poi magari un’archeologo potrebbe anche mentire su certe cose se volesse tenere un segreto. In televisioni si dicono un sacco di cose ma mica sono tutte vere!

    • die2878 says :

      Non vi sono più radiazioni…. si era insicuri su chi avesse diffuso la notizia….detto ciò io la ritengo una bufala per i motivi esposti nel post, ma non sono depositario della verità assoluta ne ho mai creduto di esserlo quindi è giusto che ognuno abbia le sue idee tanto più che concordo nell’affermazione:” In televisioni si dicono un sacco di cose ma mica sono tutte vere!” infatti io non credo ad Ancient Aliens ne alle sue (del programma intendo) congetture.
      Saluti
      Diego

      • Giovanni says :

        In alto a sinistra del tuo sito si legge “mistero risolto”, e il titolo la dice lunga: “… la bufala dell’esplosione nucleare”. Io dico che ci vuole un bel coraggio per dire una cosa del genere, quando si parla di qualcosa che di risolto ha praticamente nulla. Le bufale sono altre, queste sono supposizioni e ipotesi su un qualcosa di indecifrabile. I siti di debunking fanno più danni che altro. My opinion

  14. Simone Palazzetti says :

    Interessante discussione. A dire il vero comunque, un arma in grado di lasciare intatti gli edifici e distruggere gli organismi esiste ed è la bomba al neutrone.Non provoca fall out radioattivo (a parte l’epicentro), “attraversa” letteralmente gli edifici, viene innescata con un ordigno nucleare di poca potenza. Ciao a tutti

  15. St. Agostino says :

    Non ho letto tutti i commenti, quindi non so se è stato già detto.
    Vorrei dire che nei testi antichi indiani, scritti in sanscrito, come il Mahbahrata, parlano di città distrutte da armi ad energia e non atomiche.
    Quindi il mistero è tutt’ altro che risolto.
    Oltre tutto, se quelle persone fossero morte per cause comuni (es. uccisi da un ladro o giustiziati) come mai i corpi sono stati lasciati in strada ?
    In una città di almeno 100’000 abitanti, nessuno che si sia disturbato a toglierli di mezzo ?

    • die2878 says :

      Mentre concordo con la prima parte, infatti è proprio per questo che parlare di un’esplosione nucleare risulta ancor di più una bufala, per quanto riguarda le domande semplicemente i resti non sono stati trovati in strada ma erano all’interno di varie sepolture tanto è vero che come è scritto nel post: “Nessuno degli archeologi coinvolti ha pensato che questi scheletri suggerissero una catastrofe improvvisa e a peggiorare le cose per Ancient Aliens è da sottolineare che tutti i corpi erano stati sepolti! L’idea che essi siano stati trovati in giro per le strade non è vero. In realtà Ancient Aliens ha detto questo ma è completamente falso. ” Ovviamente tale affermazione è ampiamente documentata nei link dello stesso post ed inoltre è giusto sottolineare che dei 37 scheletri trovati nessuno mostra segni di morte improvvisa, anche perchè la data della loro morte varia a volte fino a un migliaio di anni l’uno dall’altro.
      Detto ciò mistero risolto è il titolo del blog non un’affermazione che altrimenti risulterebbe a mio parere molto presuntuosa
      Grazie dell’intervento
      Saluti
      Diego

      • St. Agostino says :

        Ammetto di non essere un esperto nella cultura della sepultura indù, ma non mi sembrano seppelliti in tombe quegli scheletri nella seconda foto.

      • die2878 says :

        è una foto presa da uno scavo effettuato da un equipe italiana (per altro voglio sottolineare come gli studi italiani siano stati i primi a compiere scavi approfonditi a Mohenjo-Daro) contrassegnata come fossa, molte volte usata , per la sua particolarità, in contesti forvianti.
        Spero di aver in parte risposto ai suoi dubbi

  16. AndreaSick says :

    Ciao Diego, lascia stare Enigmi Alieni, che quasi sempre ingigantiscono i racconti e le storie, vedono alieni ovunque, in ogni contesto….un po’ come te ma al contrario…ti chiedo scusa ma secondo me anche te a volte tendi a credere a delle strane teorie o a personaggi poco attendibili, a volte sono moooolto fantascientifiche anche le tue soluzioni…nulla di grave, lo facciamo tutti, nessuno ha la verità in tasca…

    Comunque…mi sono interessato molto al “caso Mohenjo-Daro” ho letto libri, visto documentari e molte conferenze, per quanto ne possiamo sapere (sia io che te) Enrico Baccarini, che è decisamente più preparato di noi su questo tema, nelle sue conferenze non parla di un’esplosione atomica, ma di un’esposizione elevatissima al calore…
    Anche lui chiaramente è stato a Mohenjo-Daro e ha fatto analizzare le pietre di quell’area da molti esperti, sono tutti d’accordo nell’affermare che i materiali sono stati esposti ad una temperatura elevatissima per pochissimi secondi, tanto elevata da vetrificare le pietre…(queste a mio parere sono prove) infatti appena di fianco a Mohenjo-Daro si trova una zona piena di queste pietre nere vetrificate….

    Se poi ti è capitato di leggere delle parti del Ramayana e del Mahabarata, le divinità combattevano con le “tejas astras”, che potremmo tradurre con armi ad energia, ripeto, lascia stare Enigmi Alieni che essendo un programma pieno di super-appassionati come me e te, a volte tendono a peccare di presunzione e ingenuità (nulla di strano….lo fanno anche gli archeologi tradizionali) ma se lì è successo qualcosa…e sicuramente qualcosa è successo, non è stata un’esplosione atomica, è stata sicuramente utilizzata un’altra fonte di energia che “non distruggeva ma bruciava”…
    Oggi noi conosciamo il plasma, stiamo iniziando ad utilizzare le microonde in campo bellico….ma sono soltanto le nostre conoscenze attuali….
    Chissà quanti altri tipi di energia dobbiamo conoscere e utilizzare e chissà che tipi di energia sono già stati utilizzati, magari nella valle dell’Indo???

  17. Max says :

    Ciao. Ogni santa volta che cerco dati su un qualsiasi luogo o artefatto “controverso” google mi propone tra gli altri anche un tuo post e sono venuto anche a leggere, per curiosità. Il mio contributo non può che ricalcare quello di Andreasick. L’impressione che ho tratto dai tuoi post è che il tuo orientamento sia uguale e contrario a quello – ad esempio – di Ancient Aliens. Per loro dietro a tutto ci sono UFO e alieni, per te tutto è bufala. Un esempio: nessuno, te e me compresi, sa esattamente cosa sia successo a Mohenjo-daro però quando nel finale fai l’elenco delle vitrificazioni liquidi la trinitite in una riga senza alcuna importanza. Invece ne ha. Per quel che ne so io, e “si sbalio mi corrigerete”, la trinitite prende il nome da Trinity, che era il nome in codice del sito allestito per il primo test di esplosione nucleare del XX secolo. Quel tipo di vitrificazione non ha eguali nel senso che non si era mai visto prima, tanto da determinare un nuovo nome, appunto, per quel materiale che altrimenti avrebbero chiamato con un nome già esistente. Ora, a meno che non venga dimostrato in futuro che la trinitite si può ottenere anche in qualche altro modo per onestà intellettuale bisognerebbe ammettere che ALLO STATO ATTUALE delle nostre conoscenze la presenza di trinitite È – inequivocabilmente – una prova di una avvenuta esplosione atomica a prescindere da scheletri, edifici abbattuti o no e via dicendo. QUINDI: liquidare la presenza di trinitite dicendo che “è la sabbia causata da un’esplosion nucleare” trattandola alla stregua delle vitrificazioni da caduta di fulmini ecc è sintomatico di un atteggiamento, di un orientamento che tiene conto delle evidenze comode e riduce a banalità quelle scomode. Troppo facile, e ti riduce allo stesso livello di Ancient Aliens: non credibile.
    La Scienza non nasconde i fatti: li spiega, e quando non può spiegarli ammette di non poterlo fare lasciando pertanto aperta l’interpretazione in attesa di nuovi dati, nuove scoperte ecc. Insomma il “debunker di professione” mi sembra solo ridicolo. Cordialmente.

    • die2878 says :

      Ciao, la frase in questione credo sia: “C’è la fulgurite, che è sabbia fusa da un fulmine. C’è la Tektite, che è la sabbia fusa dalla forza compressa di un meteorite. C’è la Frit che è la parziale fusione della sabbia e di altre sostanze chimiche in presenza di ceramica riscaldata (che è ciò che è stato trovato a Mohenjo Daro), infine c’è la Trinitite che è la sabbia causata da un’esplosione nucleare.”, forse mi son spiegato male io, ma questa frase vuol mostrare che vi sono vari modi per cui la sabbia si sia vetrificata in più secondo l’analisi a Mohenjo-daro non è la trinitite ma bensì Frit, quindi non capisco l’obbiezione. Detto ciò concordo il “debunker di professione” è ridicolo, infatti io per primo ho lavorato con siti come Oopart.it (il primo sull’archeologia misterica in Italia), ma proprio per questo so che ci sono misteri e bufale., vi sono tantissimi misteri storici come vi sono tantissimi falsi misteri, o meglio, misteri creati ad arte, in questo sito mostro quelli che secondo documenti comprovati, vengono analizzati solo ed esclusivamente con spiegazioni non razionali sebbene essi abbiano una spiegazione che lascia poco spazio al mistero. Se mostrare una diversa visione o una visione razionale fa di me un debunker pazienza, in realtà per me risulta fondamentale mostrare, a chi vuol conoscere teorie o scoperte, una visione a 360° gradi e non solo quello che la maggior parte dei siti vuol mostrare, sarà poi il lettore a farsi un’idea che non deve per altro essere o meno concorde con la mia.
      Saluti
      Diego

      • Max says :

        Scusa ma potresti citarmi delle fonti che reputi attendibili e che escludano la presenza di trinitite? Perché io leggo invece che la trinitite è stata trovata eccome. E anche mattoni fusi (altra cosa che tu escludi).

  18. Max says :

    Guarda, non perdere neppure tempo a rispondere al mio post precedente. Siccome sto facendo una ricerca proprio su Mohenjo-daro e sto consultando siti a nastro mi sono appena imbattuto in una pagina di ancientaliensdebunked dalla quale è evidente che hai prelevato, tradotto e quindi di fatto copia/incollato il tuo testo.
    http://ancientaliensdebunked.com/references-and-transcripts/ancient-nuclear-warefare/
    Questo conferma la mia prima impressione di pelle, ovvero che mi trovo di fronte al blog di un debunker “di professione”, per di più di seconda mano. Pensa all’opinione che ti faresti e a come reagiresti se qualcuno venisse qui a riproporre “paro-paro” pagine di siti ufologici senza neppure menzionare il sito originario e facendo quindi apparire il testo come farina del proprio sacco. Occorre aggiungere altro? Io credo di no.
    Senza rancore, ma questo blog e il suo autore per me sono sputtanati e non ci tornerò. Saluti.

    • die2878 says :

      Beh per aver la tua impressione bastava leggere il post visto che c’è scritto: “Tutto molto interessante però mi sono ricordato di aver letto da poco un articolo riguardante proprio questo evento che mette in luce come veramente sono viste queste prove, non a caso il link che propongo viene dal sito americano Ancient Aliens Debunked che tradotto vuol dire Ancient Aliens smascherato. LINK (l’articolo è anche in video)”
      Più chiaro di così di dove fosse la mia fonte…cioè come scritto ho fatto una traduzione dell’articolo del sito per quale per altro collaboro…direi che questo risponde a tutti i tuoi dubbi….detto ciò liberissimo di pensarla come si vuole
      Saluti
      Diego

      • Sandro says :

        AHAHAHAHAHAHAHAHAH…..Diego, visto che ci conosciamo ormai per i miei tanti commenti, sai benissimo che non sono d’accordo con te e non condivido le tue teorie tanto più su Mohenjo-Daro…Ma i coglioni come Max presenti sul sito che manco leggono il post e sparano cazzate….sono impagabili

      • die2878 says :

        Va beh ma può capitare di non leggere bene o di fraintendere…. comunque ti chiedo di evitare certi epiteti se no dovrò eliminare i tuoi commenti
        Diego

      • Max says :

        Ecco. Meglio che a commentare sia gente come Sandro. Divertitevi tra di voi.

      • die2878 says :

        In realtà come ho detto a Sandro certi commenti con epiteti su questo blog non sono mai ben accetti e ovviamente mi riferivo a lui

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: