La bufala su Utsuro bune e gli ufo nel Giappone del 1803

Mentre cercavo del materiale per i l post sui Dogu mi sono imbattutto nel caso dell’ufo crash avvenuto in giappone nel 1803, conosciuto anche col nome di Utsuro bune. Il caso ebbe qualche anno fa molta notorietà forse grazie anche alla trasmissione Voyager che gli dedico un servizio. vedi sotto

Il servizio è molto particolareggiato e apparentemente sembra anche molto corretto nel riportare le informazioni….dico sembra perchè qualcosa non torna proprio….. Per poter argomentare ciò che affermo bisogna fare le premesse del caso: Questa storia si può trovare sostanzialmente in tre libri:
1 – Toen Shosetsu composta nel 1825 da Kyokutei Bakin .

2 – Hyôryû Kishu composta durante il periodo Edo nel 1835 da un autore sconosciuto.

3 – Ume-no-Chiri composto nel 1844 da Nagahashi Matajiro .

Utsurobune2

Le storie seppur differenti in alcune parti presentano una traccia comune ma in nessuna di esse viene mai menzionato un megafono nella parte inferiore della barca, anzi viene addirittura specificato che il fondo della barca era in rame o bronzo per proteggerla dagli urti, infatti un particolare che nel video non viene ampliato è che in tutti i racconti la navicella o barca circolare ( visto che così viene chiamata) è fatta in legno di palisandro, forse è più appariscente dire che era sormontata da una struttura con finestre a vetro, che offriva riparo a chi stava al suo interno…forse perchè una barca circolare in legno non è niente di eccezionale o sconosciuto anzi, è una cosa abbastanza comune sia in medio oriente sia nel sud est asiatico vedi foto

bune-2
Inoltre come ha fatto notare, nel 1962, l’etnologo e storico Yanagida Kunio le barche circolari non erano insolite neanche ih Giappone, egli nella sua opera più famosa (La guida Yanagita Kunio al racconto popolare giapponese . Indiana University Press) scopre anche un particolare molto interessante: Il racconto di una barca vuota (Bune significa semplicemente “barca”. Complessivamente, la parola Utsuro-bune significa “nave vuota”.) con a bordo una principessa di un paese straniero è molto comune come storia nel folklore giapponese e ve ne sono molte di storie simili solo i dettagli delle finestre in vetro e le piastre protettive di bronzo, rendono il Utsuro-bune particolare. Infatti Yanagida sottolinea che nelle versioni più antiche il racconto dello Utsuro-bune presenta si una barca circolare ma senza cupola in cima. Lo storico quindi presuppone che i dettagli delle tavole di bronzo e le finestre di vetro siano stati aggiunti solo perché gli scettici non avrebbero così potuto mettere in discussione la veridicità della leggenda alludendo ad una scarsa navigabilità del battello in alto mare. Ecco un altro punto fondamentale del racconto, la barca non sta volando ma naviga anzi più spesso viaggia alla deriva sul mare….perchè se fosse un ufo dovrebbe navigare in mare? Risposta semplice non è un Ufo ma una barca!!

bune-1

Ma c’è una cosa che mi ha lasciato completamente perplesso nel servizio di Voyager su questo caso, ad un certo punto viene intervistato il Dr. Kazuo Tanaka, professore presso l’Università di Gifu a Tokyo, foto sopra, sembra completamente a favore della tesi sull’Ufo crash e fin qui nulla di male… peccato però che lo stesso professore sia l’autore dell’articolo “Did a close encounter of the Third Kind occur on a Japanese beach in 1803?” (traduzione: Vi fu  un incontro ravvicinato del terzo tipo su una spiaggia giapponese nel 1803?) su Sceptical Inquirer, Volume 24(4), Juli/August 2000 (vedi link wikipedia)…articolo che smentisce totalmente la possibilità che esso sia un Ufo crash e per altro lo fa con una ricerca molto approfondita…( l’articolo completo ripreso da Think About It del 29 Settembre 2006 lo trovate a questo link , la traduzione è di Alessandro Lattanzio)…Prima di vedere in sintesi la sua tesi la mia domanda è: com’è possibile che il professor Tanaka si rimangi quello che egli aveva affermato? Capisco che uno possa cambiare idea ma almeno fare un articoletto che spiegasse il mio cambio di direzione, tenendo conto che la mia tesi è su articolo scritto e come si verba volant scritta manent! Sempre che questo dietro front sia veramente avvenuto….anche perchè, prima del servizio di Voyager  del 15/02/ 2010, ne cercando in rete ne cercando articoli su riviste specializzate  ci si imbatte in un articolo benevolo o di conferma dell’Ufo di Kazuo Tanaka per quanto concerne la leggenda di Utsuro Bune…. anzi altri siti confermano il suo scetticismo link1  o link2  e la cosa appare molto strana….non vorrei sembrare maligno ma sembra quasi che il servizio del programma italiano sia stato manipolato….sicuramente no però come soleva dire un politico italiano: “a pensar male si fa peccato però molte volte ci si azzecca”.

utsuro-bune-bw

Tornando a noi mi sembra comunque molto interessare vedere cosa il dott. Tanaka ha scritto in questo articolo: egli considera il confronto tra i racconti dello Utsuro-bune con i moderni avvistamenti UFO inverosimile. Sottolinea che lo Utsuro-bune delle leggende mai vola o si muove da solo, né mostra segni di tecnologie straordinarie,il racconto è un evidente misto letterario di folklore e immaginazione.
Tanaka, inoltre, ha scoperto che le posizioni “Haratono-hama” e “Harayadori” , cioè le spiagge dove è avvenuto il fatto sono fittizi. Per rendere l’aneddoto credibile, l’autore ha designato le spiagge come superfici in acri personali della famiglia Ogasawara Nagashige , essi realmente vissero durante il periodo Edo, ma questi acri non erano sulla costa occidentale, poichè il clan Ogasawara serviva la famosa dinastia Tokugawa, che detenevano il potere nella parte nord-orientale del Giappone fino al 1868 e le loro principali superfici in acri erano in provincia Hitashi, geograficamente molto vicino alle spiagge orientali. D’altra parte è certo che durante il dominio del clan Tokugawa, la famiglia Ogasawara e Tokugawa iniziato a mappare i loro territori e le superfici coltivate. Ed entrambi i nomi di “Haratono-hama” e “Harayadori” sono mancanti.” Tanaka trova molto strano che nessun incidente di tale presunta importanza sia stato mai stato commentato in documenti patronali o di stato, dal momento che vedeva coinvolto anche un straniero e che in caso di incidente la dinastia Tokugawa era solita riportare l’accaduto, come nel 1824, quando una baleniera inglese si arenò sulla costa nord-orientale del distretto Hitachi.

Tag:, , , , , , , , ,

3 responses to “La bufala su Utsuro bune e gli ufo nel Giappone del 1803”

  1. nicola says :

    OTTIMO LAVORO !

  2. zetar says :

    Si ammetto che hai ben argomentato come al solito il Tuo punto di vista. Ma se permetti avrei due o tre domande da fare:

    1) Come avrebbero potuto inventare la descrizione degli oblo a quel tempo?
    2) Perchè quella che Tu definisci “barca” ha quella forma?
    3) Se era una barca perchè era chiusa e a forma discoidale? tieni anche presente che a quei tempi chiamavano “barche celesti” gli aereomobili cioè qualunque cosa volasse nel cielo. (anche draghi fiammeggianti)

    Te lo chiedo perche la principessa che era a bordo dell’astronave, (vedi illustrazione) aveva una scatola/valigetta che non voleva venisse toccata, mi viene lecito pensare a un radiorilevatore per l’individuazione ed il recupero.
    Ma in quel racconto però si dice che all’interno vi fosse la testa di un uomo.

    Bisognerebbe pensare al linguaggio culturale di allora e al modo di esprimersi, descrivevano quello che vedevano paragonandolo a quello che conoscevano, a nessuno sarebbe venuto in mente di dire ” è un disco volante e la donna e in possesso di un radiorilevatore” questo lo diciamo Noi oggi, allora era un po diverso, dicevano “era una barca rotonda con delle finestre con vetri e all’interno vi era una principessa”.

    4)Perchè principessa e non una semplice donna? come era vestita? era sicuramente molto diversa da loro semplici contadini, che fine fece?

    Ha ha ha, Diego Ti faccio perdere un po di tempo, non me ne volere.

    Ciao

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: