Un alieno in un un geroglifico? No una pianta

Dato che mi sono arrivate più email che riguardano un geroglifico, in una tomba di Saqqara, raffigurante un alieno, ho deciso di rispondere in modo da far chiarezza una volta su questa bufala…
Per dare una risposta soddisfacente userò ancora una volta un articolo di DIEGO CUOGHI intitolato

Tomba di Ptahhotep (circa 2400 a.C.)

Saqqara, Egitto

 In questo caso non abbiamo a che fare con presunti UFO nel rinascimento( come nei suoi altri casi), ma in un’epoca più remota, quella della V e VI dinastia dell’antico Egitto. Queste immagini della tomba di Ptahhotep, gran visir al tempo del faraone Ises, si trovano pubblicate in molti siti web:

 

Qui non si parla però solo di UFO, ma di un vero e proprio alieno, che sarebbe raffigurato in quel rilievo dipinto. Ecco cosa si legge in alcune pagine web: “Extraterrestrial Images on the Step Pyramid Saqqara, Egypt and close-up (right)”     (link), “We were flabbergasted to say the least when we took a closer look at this image and could make out an ‘alien grey’ in the bottom of the picture! Does this prove that the building and placement of the Pyramids were aided by alien intelligence? (…) The implications of the discovery of this ancient stone picture that includes the alien are absolutely huge! and could be one of the most important clues to alien intervention into our ancient history ever made! We have included an enlargement of ‘The Grey’. This picture could explain why the Egyptians appeared to be so technically advanced, and how they were able to build the Pyramids with such precision.” (link)

Purtroppo per chi si entusiasma tanto per la scoperta del ritratto di un “Grigio” in una tomba egizia, quello non è un alieno. Infatti in un libro illustrato intitolato “All of Egypt” (Bonechi ed.) troviamo un particolare molto più chiaro e dettagliato dello stesso rilievo dipinto:

 


© Photo copyright Bonechi

Si tratta di un vaso che contiene una pianta particolare che veniva offerta agli dei assieme a frutta e animali. Anche in altri punti della tomba di Ptahhotep troviamo raffigurata la stessa pianta. Un portatore ha addirittura in mano un piccolo vaso della stessa forma di quello “alieno”:

Altri vasi simili a quello scambiato per un alieno si possono vedere nei dipinti che raffigurano il banchetto rituale offerto agli dei in molte altre tombe egizie. Questo è un particolare dei famosissimi affreschi della tomba di Nebamun (Londra, British Museum).

Conclusioni: nel rilievo dipinto della tomba di Ptahhotep a Saqqara non ci sono “alieni grigi” con minacciosi occhi a mandorla. La foto pubblicata in tante pagine web raffigura l’offerta di doni per il banchetto degli dei. In particolare gli occhi del presunto “alieno” sono le foglie di una pianta che esce da un vaso.

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: