Bufala ad Istambul: la navicella di Toprakkale è un falso

Vi sono artefatti che per anni sono stati al centro di discussione per ciò che rappresentano e per le teorie storiche che da essi possono scaturire, uno di questi è certamente la navicella di Toprakkale o astronauta di Istambul. Questa statutina rappresenterebbe un navicella con a bordo un uomo, sfortunatamente risulta rotta la testa del pilota ma per il resto risulta in buone condizioni. vedi foto.

Questo oggetto è stato scovato al museo di archeologia di Istambul da Zaccaria Sitchin, pseudoscienziato di cui abbiamo parlato già ampiamente in un altro post (vedi link).
Sitchin fu sicuramente uno dei primi ad affermare che questa statuetta rappresentava un modulo spaziale e che doveva avere all’incirca tremila anni, a suo dire l’oggetto era realizzato in un materiale poroso, probabilmente una pietra fatta di cenere vulcanica. Due riviste agli inizi degli anni 90, più precisamente l’inglese Fortean Times Magazine nel 1993 e la rivista tedesca Magazine 2000 nel 1994 fecero alcune foto a questo artefatto e dichiarando che questa raffigurazione di navicella era conservata al Museo Archeologico di Istanbul, era stata trovata nel 1975 nel sito di Tuspa Toprakkale, la sua datazione, confermata dagli scavi (a detta loro),era tra 830-612 AC e sarebbe riconducibile alla civiltà Urartu nel nord-est del lago di Van. Questa affermazione in realtà è errata infatti non risulta assolutamente essere stato trovato un artefatto simile durante degli scavi archeologici, ma bensì si è propensi a credere che tale oggetto sia stato recuperato da un commerciante d’arte che ha voluto donarlo al museo.

Dato che esso rappresenta indiscutibilmente una navicella con astronauta la domanda ovvia è: è un artefatto vero?
Risposta: assolutamente no! Fu sottoposto, nel 2003,  per conto del Ministero per i Beni e della Cultura turco,  ad analisi dal Dipartimento di chimica, dalle analisi chimiche e petrografiche (per chi non sapesse cosa sia ecco un link) risultò essere un manufatto fatto di gesso e polvere di marmo risalente a soli 25 anni prima!!!
Il “modulo spaziale” che per anni era stato considerato un mistero si rivelò così una bufala in gesso di soli 25 anni prima. La cosa curiosa fu che il Direttore Generale del Museo Ph. D. Alpay Pasinli disse che egli capì subito che il manufatto non poteva avere tre mila anni e che era un falso ma la stampa occidentale convinse loro e il pubblico del museo che la navicella aveva tremila anni, e poteva essere una valida prova delle teorie di Zaccaria Sitchin.  Peccato che forse il direttore non si ricordi che quando i giornalisti e gli pseudoscienziati chiesero di vedere l’artefatto il museo non solo mostrò a loro l’artefatto ma dopo l’uscita degli articoli e del libro lo espose al pubblico come uno dei suoi migliori “pezzi” ben felice della pubblicità ricevuta

Tratto da
zaman 
project avalon
don’t ask that in church
ancient aliens debunked

Advertisements

Tag:, , , , , , , , ,

39 responses to “Bufala ad Istambul: la navicella di Toprakkale è un falso”

  1. Carlo says :

    Qualcosa non torna.
    come fa` un direttore di un meseo ad non accorgersi che e` un manofatto di gesso e polvere di marmo quando basta una semplice biro per scalfirla e far venir fuori il suo colore naturale e cioe` un bianco splendente?????
    In piu` anche tenerlo in mano ce se ne accorgerebbe per il suo peso molto ridotto rispetto a una pietra vulcanica…
    naaaa…la bufala e` la dichiarazione di falso per tener nascosto il reperto anche perche` il reperto stesso e` ancora custodito nel museo ma sotto chiave.

    • die2878 says :

      Credo che la risposta si trovi nel post stesso: “…La cosa curiosa fu che il Direttore Generale del Museo Ph. D. Alpay Pasinli disse che egli capì subito che il manufatto non poteva avere tre mila anni e che era un falso ma la stampa occidentale convinse loro e il pubblico del museo che la navicella aveva tremila anni, e poteva essere una valida prova delle teorie di Zaccaria Sitchin…..”Soldi e fama fanno gola a tutti..ed il museo sicuramente ha guadagnato in fama e soldi da questo artefatto. Detto ciò sebbene sia documentato come un falso da molti, compreso alcuni rinomati ufologi, è giusto che chiunque si faccia la propria idea

  2. vicktor says :

    questo articolo, al pari di altri che vorrebbero dimostrare che è vero, non cita nessuna fonte, a parte un link a wikipedia sulle analisi petrografiche … insomma ognuno se la canta e se la suona da solo…

    • die2878 says :

      Accetto qualsiasi tipo di critica ma a dire il vero i Link sono sei!!!! 🙂 2 nel post e 4 sotto “tratto da:”… uno dei link conduce pure ad un video!!!!…Ognuno è libero di pensare ciò che vuole, ma forse si riferiva ad un altro articolo visto la quantita di link…..

  3. BORT says :

    Effettivamente direi che i link c’erano però a volte cambiando spesso colore ai link non si riesce a capire quali lo sono e quali no, lo dico perché lo notato nei tuoi varì post

  4. IL CASTELLO says :

    Molto interessante questo articolo.

    Alcune domande:

    Può dirmi che genere di attendibilità ha il sito ZAMAN?

    Inoltre Le chiedo se è possibile trovare un qualche giornale o documento ufficiale [museo d’archeologia o Ministero per i beni…] che parli dei risultati delle analisi chimiche e petrografiche.

    Grazie

    • die2878 says :

      Zaman (link Homepage) è uno dei siti turchi più importanti è per capirci paragonabile ad un giornale online e cartaceo come i nostri corriere o repubblica ma con un ottimo inserto storico-scientifico, il che non stupisce visto che è il giornale a tiratura più elevata in Turchia, del resto non ha caso come può vedere da questo questo link gli autori sono tutti scienziati e giornalisti di fama nazionale e internazionale http://www.zaman.com.tr/yazarlar.
      Per quanto riguarda materiale cartaceo può ovviamente reperire l’articolo di Abdullah Kilic del 30-4-2003 sulla rivista cartacea di Zaman, ma il mio consiglio è scrivere, ovviamente in inglese, a questa email: kultur@zaman.com.tr chiedendo informazioni specifiche su tali documenti in quanto, sicuramente molto meglio di me sarebbero in grado di fornire, ove possibile, tutto il materiale da lei richiesto.
      Se ha ancora dei dubbi non esiti a contattarmi

  5. Angelo says :

    Estrema forzatura.
    E’ come dire che l’informazione non è manipolata.
    Non scherziamo dai

    • die2878 says :

      L’esempio di informazione manipolata è proprio ciò che ha fatto credere di essere davanti ad un reperto raffigurante un alieno. Domanda secondo te vende più un giornale che scrive “trovato ufo” o uno che svela una bufala?….visto l’immane quantità di programmi, giornali e quant’altro dedicato al mistero e all’ignoto mi fa dedurre che la risposta sia palese…quindi non c’è forzatura secondo me nella testata turca ma solo l’obbiettività che molti hanno negato in quanto han preferito un facile guadagno alla “triste” verità

      • Angelo says :

        Alla fine sei anche tu un’amante dei misteri….è evidente.
        Sai, meglio di me, che molti di questi non hanno una spiegazione razionale.
        Molte risposte, a mio avviso, esistono…ma sono scomode.
        Vorrebbe dire riscrivere la storia…vorrebbe dire cancellare un’istituzione come la religione, qualunque essa sia. La chiesa cattolica sarebbe “demolita” in pochi secondi…
        Probabilmente non è questo il caso, comunque credo che molte cose è meglio metterle a tacere perchè sarebbe dannoso per il sistema amplificarle e renderle pubbliche.

        Comunque non mi sono presentato.

        Piacere, sono Angelo.

        D’ora in poi ti leggerò spesso perchè mi piace come argomenti.

      • die2878 says :

        Ciao Angelo, grazie dei complimenti e delle tue email….io sono un amante del mistero e come puoi vedere nel link sotto chi sono ho “lavorato” in alcuni siti del settore ed è proprio in essi che ho notato la ricerca del mistero ad ogni costo….mi spiego meglio…il mistero ed il paranormale sono argomenti che attirano e piacciono inoltre per molti sono un buon business, vedi mistero (italia 1) o siti (senza fare nomi) che fanno congressi, viaggi, incontri, ebbene quindi se il mistero non c’è perchè non crearlo? Ti posso garantire che molti ragionano così…del resto basta riflettere perchè gli studiosi terrebbero nascoste alcune scoperte a che pro? il 98% delle persone non gli frega nulla dell’archeologia (purtroppo) e non credo che la percentuale di chi conosce la storia in modo approfondito sia molto più alta o si risentano in molti se viene esposta una nuova teoria, anche perchè cito da un mio vecchio post:”ti posso garantire che qualunque archeologo vorrebbe scoprire, ad esempio, delle piramidi in mezzo al mare, perchè ciò gli garantirebbe fondi illimitati e notorietà…visto soprattutto la scarsità di denaro investito nella ricerca in questo momento…”.
        Purtroppo, ripeto, per alcuni conta solo ciò che “rende”, ma questo non è una novità e quindi ci si specula sopra a più non posso anche inventando di sana pianta….se mi si chiede se secondo me esistono misteri…risponderei si esistono ma sono meno altisonanti e affascinanti di quanto si crede….
        Ho evitato di parlare dell’aspetto religioso in quanto ateo non mi ritengo in grado di poter difendere una posizione come la fede in maniera adeguata o corretta….
        Tornando a noi sono felice di conoscerti e delle tue email perchè ritengo molto piacevole potersi confrontare con persone intelligenti, preparate ed educate come te
        Diego

  6. Angelo says :

    È vero…molti cercano, o meglio, creano il mistero solo per un tornaconto. Credo pero che esistano veri appassionati che cercano di andare oltre gli insegnamenti ortodossi. Un po’ come te…pero sulla l’altra sponda :).
    È comunque un piacere leggere entrambe le fazioni perchè c’è solo da imparare….sarebbe un errore fossilizzarsi sulle nostre convinzioni

  7. montefeltro says :

    falso o non falso,io non ho seguito o conosco le analisi del reperto ma posso considerare che od hanno detto il vero o messo a tacere per opportunismo di potere.Il potere si regge che noi 2siamo i più avanzati di sempre” è una grande alterigia che però al pari del Vaticano ha il concreto tornaconto di ampia conservazione di potere per creduloneria e considerazione di massima superiorità.Al pari del Medioevo la società atea odierna(di fatto almeno l’Occidente è praticamente ateo)conserva il suo commercio consumistico attraverso una legislazione cui ci si sente in definitiva di obbedire,credo che l’obbedienza dei cittadini,su esempio cattolico, risieda su una certa accettazione delle istituzioni.Prendiamo che si dica-vero o falso poco importa nel caso-che Atlantide andava in via vai con cargo dentro ed oltre il sistema solare,che gl’indiani del tempo erano tecnologicamente avanzati,che mu, e pinco palla, e i polinesiani,avevano vettori,elettricità,aeroporti…I più si sentirebbe smarriti,sentirebbero la loro piccolezza che farebbero rivalere sulle odiate istituzioni:perché di fatto sono odiate ma si obbedisce perché “è la legge”,tradotto:”è la superiorità”.Il discorso allora è filosofico,meglio quindi o gonfiare all’esasperazione gli argomenti passati per renderli irreali oppure sottacerli del tutto perché il potere attuale non incrini, e non decada come nella Storia ogni altro potere è reale e conccreto e provato che è noto e poi decaduto,IN evidenza rispetto ad altri questo reperto lascia scettici,sul retro ci sono ben 3 scarichi enormi,quindi l’espulsione di combustibili sarà di grandezza parificata,ma in se il velivolo non ha la dimensione per contenere il corrispettivo di carburante.Allora…perché immischiato con gli altri reperti effettivamente egiziani e pre.colombiani?Un ganzo rozzo o il proposito di smentire anche i restanti 2 con l’assurdità dell’ultimo?Se il profano non si rende conto delle dimensioni gli ingegneri si e presi alla sprovvista il potere malvagio che oggi comanda prenderebbe l’occasione per confondere anche l’accorto.Tu sei ateo caro mio perciò ignori la potenza mistificante del demonio e quindi meno concepiresti perché un umano sia capace di raccontar …minchiate…

  8. Rud Skall says :

    Caro die2878
    Non sono in grado di dire se è un falso o no, peró posso dire che Z. Sitchin non è uno “pseudo scienziato”, è uno storico/linguista. A parte che tutti possono sbagliare, non per questo bisogna lanciarli m…..a con il ventilatore, anche perchè moltri altri esperti nella decifrazione delle tavolette sumere, che a differenza dello “scomodo” Sitchin, hanno tradotto cose molto più sconcertanti di quanto non abbia detto lo stesso Sitchin.
    Cose che sono difficili da digerire per chi non ha una visione aperta, in primis tutti coloro che difendono la chiesa….
    Ma tu, die2878, visto che ti nascondi dietro uno pseudonimo, anche tu sei un falso ?

    • die2878 says :

      Io non mi nascondo, c’è scritto tutto su di me sotto il widget del blog denominato “chi sono” (a destra del blog), comunque a mio parere non è vero che “che sono difficili da digerire per chi non ha una visione aperta, in primis tutti coloro che difendono la chiesa….”….Io sono ateo al 100%….inoltre mi preme sottolineare che Zaccaria Sitchin è uno pseudoscenziato non per un mio parere personale ma perchè disquisisce di argomenti di cui sulla carta (inteso come percorso di studi o lavorativo) non ne è a conoscenza, mi preme ricordare che si laureò in storia economica all’Università di Londra e non lavorò mai in nessun settore dell’archeologia ma bensì come giornalista e editore in Israele, di conseguenza è corretto definirlo un falso scienziato in quanto le sue ricerche non sono supporte da nessun altro documento inerente l’argomento trattato http://en.wiktionary.org/wiki/pseudoscienziato
      Infine vorrei sottolineare come “Il punto di vista di Sitchin non è supportato da alcuna prova scientifica, e la sua teoria personale non viene considerata attendibile per via dell’assenza di prove a sostegno, sia dal punto di vista linguistico che dal punto di vista astronomico.”
      http://it.wikipedia.org/wiki/Zecharia_Sitchin
      Diego

      • montefeltro says :

        Puoi anche aver ragione ma proprio per valutare quella ragione non immischiare Wikipedia come se fosse una nuova Bibbia! un’ennesima Bibbia ebraica in versione moderna

      • die2878 says :

        Wikipedia non è stata usata come bibbia ma citata come fonte, non è la sola a scrivere certe affermazioni ma dato che essa è controllata in modo che non diffami le persone (famoso in Italia il caso di un politico italiano che ha fatto cancellare alcune voci) è ovvio pensare che se la frase citata non è stata cancellata o contestata è perchè è evidente.
        A dimostrazione comunque che io non faccio di wikipedia la mia bibbia basta notare i link del post in essi infatti non è assolutamente citata l’enciclopedia online.

  9. montefeltro says :

    abilmente infilano falsi grossolani, come l’apparecchio in Turchia lo è,perché come fa ad avere degli scarichi così grossi per evacuare quanto combustibile in così poco spazio di navicella?Inoltre quanta più combustione ce tanto meno è l’energia utile impiegata e pertanto tanto più ne viene consumato…comunque mettono i falsi grossolani per incentivare il dibattito su costoro e distrarre dalle scoperte davvero interessanti.Sono furbi

  10. montefeltro says :

    COME NOTO BASTEREBBE ANCHE IL RAGIONAMENTO GRECO PER SCOPRIRE A DEFINIRE FALSI DA GIUSTI, I PARAGONI NON SONO INSEGNATI A SCUOLA SEMBRA PROPRIO PERCHE’ RISULTEREBBERO TROPPO UTILI. ERA MEGLIO POTER RAGIONARE DI PARAGONI GIA’ PRIMA DEI 20 ANNI; SI SPIEGA PERCHE’ AI TEMPI ANTICHI VI ERANO TANTI GIOVANI IMPERATORI,NON NECESSARIAMENTE CON ANNI ADDOSSO.QUELLO IN TURCHIA E’ FALSO ED HA ASSOLTO LA SUA FUNZIONE:”DISTRARCI DAI MANUFATTI OVVI”!DALL’ELICOTTERO EGIZIANO E DAGLI AMULETI PRE-COLOMBIANI…MA ORA IL FURBETTO CHELI HA CONGEGNATI E’ MEGLIO CHE LEGGA CHE IL SUO INTENTO E’ NAUFRAGATO

    • die2878 says :

      Ma in realtà anche ciò che tu chiami: “L’ELICOTTERO EGIZIANO E GLI AMULETI PRE-COLOMBIANI” sono stati oggetto di smentite come puoi vedere in questi post:
      https://misterorisolto.wordpress.com/2012/08/08/i-geroglifici-di-abydos-2/
      https://misterorisolto.wordpress.com/2013/01/14/i-jet-o-aerei-doro-precolombiani-non-sono-ne-oopart-ne-aerei/
      D’altro canto però, a mio parere, il tuo pensiero ha un senso, non dico che lo condivido però ammetto che effettivamente il modo migliore di nascondere una verità è metterla insieme a mille bugie in modo che essa sia confusa con queste ultime.

      • montefeltro says :

        rispondo dopo parecchio,comunque nessuno qui è impegnato a tempo pieno e la discussione mantiene il suo interesse,quindi partecipo…
        Cerco di parlare per logica e tecnica,non definisco falso quell’aeromobile di gobleki perché dev’essere che nell’antichità non dovevano esserci ma per grossolanità,già spiegato la sproporzione degli ugelli di scarico riportati che hanno un senso fondamentale almeno per la propulsione di oggi,ad oggi non avrebbe quindi senso tecnico; se in passato poi avevano varianti sconosciute (i testi indiani parlano ad esempio di largo uso di mercurio) non lo so’,non sembra nessuno saperlo -almeno pubblicamente- in modo esauriente. Peraltro sempre nella proporzione di oggi non ha neppure aerodinamicità. Diciamo quindi che è un pezzo di pericolosi giudizi e distraente per “affari” invece che hanno un senso.
        Qui sta’ il punto perciò “il senso tecnico”e torniamo agli amuleti precolombiani. Riportando ciò che ha risposto un autore “quanti aerei hanno disegnati anche oggi gli occhi sulla livrea”? questo è vero,larghi usi di facce riportanti pesci o animali sono riportati sugli aerodromi,nomi di animali tutt’ora li si danno a mezzi o reparti militari,così come nell’Impero Romano,con 2000anni di divario temporale: per questione di aggressività,rapidità,apprezzamento di sentore di affinità;quindi semmai è un’indizio la forma animale in paragone odierno in un arco attestabile di esempi ad oggi con oltre 2000 anni. Subentra poi l’aerodinamicità e le forme squadrate,sopratutto la prima con presenza chiara di velettoni verticali oltre le ali.
        Su Abidos quando intonaco o gesso si sgretolano lo fanno sempre in modi irregolari,segmentati,perdendo spesso e sopratutto col tempo anche la parvenza di una forma;questa è questione di muratura. Non si contornano con figure lineare ,dritte o ben distinte e sopratutto in serie ,una serie distinta in più esemplari e ravvicinati l’uno all’altro che aumenta spropositamente le probabilità fino a renderle assurde:ammessa la remota possibilità di un oggetto solo ma non di 5 o 6 in uno spazio molto circoscritto. Tuttavia parlando non di tecnica (messo il principio base di possibili oggetti tecnologici in ogni epoca cui l’uomo esistette,perché sempre fu intelligente e poi abbiamo il paragone storico odierno dove in 2 secoli soltanto possono subentrare innovatività incredibili),ma di logica qui esiste realmente il fattore sovrapponibile delle scrittura. Non conosco purtroppo il geroglifico o il demotico,niente,ma si capisce che realmente esiste la possibilità delle scritture sovrapposte. Ci si trova ad una combinazione. L’esistenza di questi mezzi o meno nell’egitto remoto,oppure una riproposizione degli stessi nei riguardi di chi realmente costruì le piramidi,rimane che questi ritrovamenti,occorrenti di conferma o smentita,abbisognano con urgenza assoluta uno studio molto più serio dell’attuale e trasparente e neutro per capire e trovare ulteriori indizi : 1.che riguardino gli egiziani classici o chi costruì le piramidi: quindi proto-egiziani o direttamente altre culture,forse antidiluviane; 2.che siano scritture sovrapposte oppure figure di apparecchi reali. In rafforzamento ce la lampada di Dendera,oltre+ l’assenza confermata di tracce di fuliggine dentro le piramidi maggiori. Il che passaggi al buio completo non hanno senso. Abbiamo nel ragionamento odierno un grosso esempio nelle basi militari NATO,di cui una in Liguria: essa si presenta a distanza di pochi decenni totalmente spoglia e con lo scheletro in muratura-cemento del tutto a nudo. Non esiste nessun tipo di attrezzi abbandonati ,neppure di tipo di pavimentazione ,niente…Questo paragone è sovrapponibile alle piramidi maggiori anch’esse si può dire spoglie,senza indizi particolari sul loro uso,sembrerebbero delle sole cavità. Allora,paragonando le secretazioni militari oderne abbiamo la possibilità,dico possibilità,effettiva che in un tempo di millenni via sia stato uno smantellamento di eventuali strutture di usi pratici o movimentazione

  11. zetar says :

    zetar dice : maggio 14, 2014 alle 11:41 pm

    Non sono d’accordo su quello che scrivi sulle macchine volanti.

    Nelle tavolette Sumere, nella Bibbia, nell’Iliade e nel Mahabarata, si narra degli Anunnaki, degli elohim, dei teoi e divinità Indù, cioè gli Dei dell’antichità.
    Sono chiarissimi i riferimenti a veicoli volanti usati dagli Dei, in quei testi.

    Naturalmente gli antichi non davano nomi a quello che non conoscevano, li chiamavano carri di fuoco, cavalli volanti, carri celesti, perchè per Loro il mezzo di trasporto erano i carri e i cavalli. (per la loro cultura)
    Non dicevano elicottero, aereo o astronave, definizioni conosciute da Noi.
    Parlavano con le loro cognizioni di allora, gli indiani (U.S.A.) il treno lo chiamavano il “cavallo di ferro”, Ti sembra un cavallo di ferro un treno?

    Tornando a Habidos, ma sei davvero convinto che la “casualità” abbia creato quei mezzi volanti scolpiti? cosi perfetti e aereodinamici? Credi nei miracoli?

    Inoltre perchè dici che avrebbero dovuto appartenere agli Egizi, sappiamo da Sitchin, da Kramer e da Pettinato che hanno tradotto le tavolette Sumere, che in quelle tavolette si parla di mezzi volanti usati dagli Dei.

    Mauro Biglino nelle sue traduzioni letterali della bibbia, parla degli elohim e del mezzo usato da Yahweh e dagli altri elohim. (astronavi)

    I Greci chiamavano i mezzi di trasporto dei Teoi “cavalli alto nitrenti” facevano rumori in alto nel cielo.

    Il testo Indù Mahabarata non solo parla dei Vimana, ma li descrive perfettamente dicendo persino chi e come venissero usati, il propellente dei Vimana aveva qualcosa a che fare con il mercurio, i disegni di quegli oggetti volanti, esistono e sono ancora oggi allo studio di esperti.

    Anche il cavallo di Troia non è mai stato trovato, vuoi dire che non è esistito?
    Però abbiamo trovato Troia, quindi esisteva anche il cavallo.

    NESSUNO sà, come stanno veramente le cose.

    Ciao Diego

    zetar (p.s. avevo sbagliato postando in altro articolo)

    • die2878 says :

      Personalmente non posso negare con sicurezza che non vi siano mai stati oggetti volanti in passato, non lo penso ma come dici giustamente tu “NESSUNO sà, come stanno veramente le cose”. Questo però non a nulla a che vedere con la navicella di Toprakkale che a mio parere è un falso ben congegnato, come scritto nel post.

  12. stefano says :

    Oh finalmente un sito che ci apre gli occhi sulla verità , quasi meglio del cicap . Ovviamente io non ho elementi per dire che sia vera o sia falsa , però io mi chiedo e se fosse falsa , di tutti gli altri reperti che non si spiegano ? di quelli non parli ? Beh , dalla prima riga del tuo articolo ho capito che volevi negare la veridicità del reperto , dunque partendo da una posizione di pregiudizio la conclusione era già chiara dall’inizio . Di una cosa sono sicuro i reperti che provano che le cose sono andate ben diversamente ce ne sono a migliaia , dicendo che questo è falso cosa dovresti aver dimostrato , che gli alieni non esistono ? che la terra è l’unico pianeta abitato , e magari che il sole gira intorno alla terra ? strano che dal 75 al 2003 nessuno abbia constatato che si trattasse di gesso e non di argilla come scritto in tutto il web ..boh .. sarà .. cmq i detrattori per principio a volte usano spiegazioni che offendono l’intelligenza altrui , magari non la loro , come ad esempio quelli del cicap dissero che i cerchi nel grano emettono energia elettromagnetica perchè vi spargono dentro limatura di ferro … io sono entrato in parecchi cerchi inglesi e posso dirti che basta entrarci ( in quelli genuini , non nei tanti falsi ovviamente ) e qualunque stupido può accorgersi che c’è qualcosa di molto strano , e con questo non voglio dire chi o cosa sia a farli , certo è che è qualcosa che è aldilà delle nostre conoscenze tecnologiche , altro si che tavole e corde. Basta veramente poco se si vuole veramente conoscere la verità . Ma ancora meno se si vuole negare qualcosa e basta

    • die2878 says :

      Non concordo ciò che scrivo è documentato da vari scritti quindi non sono l’unico a pensar sia di gesso…forse è stato dato poco spazio a queste notizie (per altro è giusto sottolineare che anche molti esperti di archeologia proibita ritengono questo artefatto un falso per il medesimo motivo scritto nel post)….comunque rispetto il tuo punto di vista…. non concordo ma lo rispetto
      Ps Io ed il Cicap non abbiam nulla a che spartire….anzi…. come si può leggere in altri post non godono certo delle mie simpatie.
      Saluti
      Diego

      • Claudio says :

        Sono scettico da sempre, ma sempre con la mente aperta… se tutti gli scienziati, ricercatori, studiosi in ogni campo esplorabile dall’intelletto umano, praticassero questo sano esercizio, saremmo più di 1000 anni
        avanti nella comprensione dell’universo e nell’avanzamento tecnologico.

        Ciò vale anche per queste storie apparentemente balzane, navicelle di
        migliaia di anni fa, alieni, non alieni, false o vere statuine…!!!!

        La cosa interessante è che grazie ad una testimone di Geova con la
        quale ho discusso un po’ di tempo fa, ho deciso di informarmi un po’….

        Ne è venuto fuori qualcosa di inaspettato e incredibile che mi ha
        confermato ancora una volta e in maniera stravolgente, quanto c’è
        di malato e falso in qualsiasi credo religioso e inoltre cosa è accaduto?

        Pur rimanendo con i piedi in terra, grazie alla tizia, ho capito che la statuetta in questione appare comunque ridicola rispetto a delle molto probabili verità che si vanno delineando sull’esistenza o no di esseri da altri mondi.

        E’ qualcosa che, probabilmente, tra poco tempo sconvolgerà
        la stessa concezione che l’uomo ha di se stesso, e la sconvolgerà in un
        modo inaspettato, che in pochi avrebbero mai immaginato…

        Voglio essere parte attiva di questo cambio epocale… e presto avrò
        un sito che lavorerà in tal senso… Un grande cambiamento è vicino,
        per noi? per nostri figli? i nipoti?… questo è difficile da capire almeno in
        questo momento ma, in ogni caso, speriamo non sia drammatico…..!!!
        bye

    • Claudio says :

      Come dicevo nel precedente msg, da scettico quale ero ed ora comunque ancora con i piedi per terra, posso dire che il CICAP e chi come loro, potrebbe presto non sapere dove sbattere la testa.

      Si son sempre guardati dall’affrontare questioni strane e realmente inspiegabili
      come ad esempio il ben conosciuto mistero delle piramidi egizie e maya… in entrambe i casi le piramidi sono disposte come le tre stelle maggiori della costellazione di Orione, inoltre le dimensioni dell’area di ogni piramide sono identiche, mentre l’altezza delle piramidi Maya è esattamente la metà di quelle egizie.

      Considerando che è impossibile pensare ad una casualità, dovrebbero spiegarci come è possibile che due culture divise da un oceano abbiano costruito monumenti praticamente identici prima della scoperta delle Americhe.
      Questo è solo uno dei tanti esempi possibili.

      Se avessero almeno avuto la mente aperta (anche loro) forse non avrebbero dovuto nel prossimo futuro, affrontare quella che potrebbe delinearsi come una drammatica disfatta!!!

      Bye

  13. Raffaele says :

    Siete dei cialtroni, non è stata trovava a Sitchin. E manco sapete scrivere il suo nome. Vergognatevi debunkers dei miei co******!!!!!!

    • die2878 says :

      Solitamente non rispondo a certi commenti ma questo è fantastico: “non è stata trovava a Sitchin”….ah ah ah ma o la locuzione è sbagliata oppure lei crede che Sitchin sia un luogo mentre in realtà è una persona per la precisione Zecharia Sitchin http://it.wikipedia.org/wiki/Zecharia_Sitchin che per la cronaca si scrive proprio così, inoltre lui stesso, come detto nei link presenti, si attribuisce la scoperta….Detto ciò libero di pensarla come si vuole , anche se trovo ulteriormente comico che chi si dichiara di nuove ed ampie vedute insulti chi non concorda con la sua idea….fantastico 😀
      Grazie del suo intervento
      Saluti
      Diego
      Ps l’unico coglione (non si preoccupi di darmi tale epiteto non sono permaloso) sono io in quanto autore dei post, sebbene come avrà notato questi post si basano su documenti di terzi

  14. Giacomo says :

    si possono studiare i documenti delle analisi chimiche fatte sul manufatto dalle autorità scientifiche turche?

    Grazie

    • die2878 says :

      Se si intende il documento in pdf no almeno non vogliono rilasciarlo (come al solito sarebbe troppo chidere di fare una copia cartacea ed una online), si può invece richiedere al museo le possibili fotocopie cartacee previa documentazione di richiesta studi e/o organizzazione o museo di rappresentanza.
      Saluti
      Diego

      • G.Grasizz says :

        Mi scusi se intervengo ma vi è un motivo semplice e chiaro del perché non venga rilasciata una copia online. Quello che lei adduce come “lazzaronaggine” non è altro che un’eccessiva cautela nei confronti di documenti privati, infatti come lei saprà benissimo modificare un file online risulta ben più semplice di modificare un file cartaceo . A tal motivo, onde evitare refusi e fraintendimenti si tende il meno possibile a rilasciare file modificabili.
        Grazie e Saluti

      • die2878 says :

        Mi scuso della mia asserzione, però a mio parere un file potrebbe essere rilasciato comunque con firme digitali e specifici blocchi per evitare modifiche ed altro o mi sbaglio?

  15. annurcati says :

    Non sai scrivere Istanbul e pretendi altro? Sparati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: