Starchild è solo umano

Starchild (in italiano “bimbo delle stelle”) è il nome assegnato a un teschio deforme, scoperto intorno al 1930 da una giovane ragazzina messicana in una miniera abbandonata accanto ai resti di una donna umana adulta.
Il suo nome si deve alle teorie pseudoscientifiche dello scrittore Lloyd Pye, che vogliono che le caratteristiche anormali del teschio non siano da attribuirsi a difetti genetici noti, ma al fatto che lo scheletro sarebbe un “ibrido umano-alieno”, addirittura comprendendo l’ipotesi di origine da vita extraterrestre, da cui bimbo delle stelle. Tali teorie sono state smentite da ripetuti test genetici, e l’origine umana dello scheletro è stata definitivamente confermata.

Lo scrittore parascientifico statunitense Lloyd Pye venne a conoscenza del teschio dalla coppia di sposi Ray e Melanie Young, allora viventi a El Paso (Texas) che glielo avrebbero successivamente affidato nel febbraio 1999. Nello stesso anno gli stessi Young fondarono un’associazione senza scopo di lucro denominata The Starchild Project.
I coniugi testimoniarono d’esser entrati in possesso del reperto nel 1930 circa,esso era stato trovato da una ragazzina messicana di 13-15 anni,che, a sua volta, disse di averlo ritrovato mentre giocava in un tunnel di una miniera abbandonata a circa 160 km a sud-ovest dalla città di Chihuahua. Da ricerche successive, condotte partendo dalle testimonianze riportate, il teschio giaceva di fianco a normale scheletro umano coricato sulla schiena (supino), successivamente anch’esso rinvenuto e analizzato, appartenuto probabilmente ad una donna amerinda morta in un’età dai 20 ai 30 anni.
Ma le caratteristiche inconsuete del cranio sono state e sono al centro di speculazioni pseudoscientifiche. Lloyd Pye, ravvisa una somiglianza tra la forma del cranio dello “Starchild” e quella attribuita agli alieni Grigi, il che, a suo parere dimostra che “Starchild” fosse un ibrido umano-alieno.


Ma andiamo con ordine e vediamo tutte le analisi finora fatte.
Il teschio fu sottoposto nel 2000 alla datazione con il carbonio-14, grazie al quale fu stabilita l’età di circa 900 anni. Fu inoltre sottoposto ad analisi a raggi X, al microscopio atomico e TAC. Le analisi chimiche confermarono che il teschio è composto principalmente da idrossiapatite di calcio, cioè il materiale del quale è composto un normale cranio o osso umano.
In base alle analisi effettuate sulla mascella destra superiore, pare che il cranio fosse appartenuto a un bambino di età compresa tra i 4 e i 5 anni; tuttavia il volume cerebrale ammonta a 1600 cm³, ovvero a 200 cm³ in più rispetto alla media di un cervello umano adulto e 400 cm³ in più di un adulto con un cranio della stessa grandezza. Inoltre, il teschio presenta diverse evidenti anomalie morfologiche rispetto ad un normale umano:
1.l’area parietale sporge da entrambi i lati delle orbite senza alcuna traccia di tempie normali;
2.le cavità oculari sono troppo poco profonde rispetto alla norma;
3.le orbite sono ovali e completamente cave;
4.i canali del nervo ottico sono deviati in basso ed in dentro in modo da rendere molto inverosimile la mobilità del normale bulbo oculare;
5.l’attaccatura del collo è in posizione anomala;
6.i seni paranasali frontali sono assenti e la superficie è regolare dalle arcate sopraccigliari fino all’inizio del setto nasale.

Cranio di bambino idrocefalo

Purtroppo taali caratteristiche indicano che il bambino era affetto da defomazioni congenite del cranio, cioè soffriva di idrocefalo non curato.La dottoressa Adelina Chow, avvalendosi del parere di medici specializzati, ha concluso che “Starchild” “soffriva di vari difetti umani congeniti” che avevano causato una pronunciata brachicefalia e un’anomalia della sutura frontale.
Steven Novella della Yale University Medical School conclude che il cranio presenta tutte le caratteristiche di un bambino che è morto a causa di idrocefalo congenito , e che le deformazioni del cranio erano il risultato di accumuli di liquido cerebrospinale all’interno del cranio.

Dato la quantità in rete di immagini forti e scioccanti di bambini affetti da idrocefalite o voluto mettere solo questa foto

Ma non solo il test del DNA nel 1999 della BOLD ( Bureau of Legal Odontoiatria ), laboratorio sullo studio del DNA a Vancouver, trova i cromosomi standard X e Y nei due campioni prelevati dal cranio, il che risulterebbe la prova definitiva che il bambino non era solo maschio era sopratutto solo umano poichè entrambi i suoi genitori dovevano essere solo umani.
Ma come mai ancora oggi nascono ilazioni sull’origine di questo teschio?
Premettendo che si spera solo in errori o in dati mal riportati e non nella malafede delle persone si può suppore che lo studio effettuato al DNA nel 2003 dal Trace Genetics, specializzata nella estrazione del DNA da campioni antichi, è stato frainteso, infatti molti menzionano questo studio come la dimostrazione per cui il teschio sia un ibrido alieno. Niente di più sbagliato poichè questo studio serviva a trovare l’aplogruppo, ovvero parte della mappatura genetica, per poi vedere se lo scheletro trovato accanto al teschio fosse lo scheletro della madre.
Quindi le analisi si sono sviluppate solo in tal senso, al contrario molti riportano questi dati asserendo che il DNA umano sia solo riscontrabile nella madre, il che è falso, anzi  se mai si è solo cercato di trovare il DNA mitocondriale poichè ereditabile dalla madre ed è il solo con cui è possibile tracciare la linea materna della prole e dimostrare così se il corpo accanto al teschio fosse o no quello della madre. Per dovere di cronaca è giusto dire che entrambi gli aplotipi sono caratteristici dei nativi americani aplogruppi, ma l’aplogruppo è diverso perciò lo scheletro di femmina adulta non era la madre del bambino. Nel 2011 alcuni tabloid riportarono la notizia che non identificati genetisti in uno sconosciuto laboratorio, poichè a quelli a cui è stato attribuito hanno sempre negato, avrebbero rivelato che il DNA materno dello Starchild presenterebbe maggiori differenze rispetto al DNA umano rispetto a quanto possa avvenire normalmente e che da ciò si dedurrebbe che lo Starchild avrebbe origine aliena da parte materna il che è curioso visto che solitamente si cita il padre come la parte aliena di questo,a mio parere, falso ibrido…

tratto da:
wikipedia
The Starchild Project

Bibliografia
1) Shermer, M. perché la gente crede cose strane, WH Freeman and Company, New York, 1997
2) Lloyd Pye e Mark Bean, Il sito del progetto StarChild data, http://www.starchildproject.com
3) Lloyd Pye sito: http://www.lloydpye . com
4) Forbes CD, WF Jackson. Un Atlante a colori e testo di Medicina Clinica. Wolfe Publishing, 1993.
5) http://www.starchildproject.com/SCSreport.PDF
http://www.theness.com/index.php/the-starchild-project/.

Advertisements

Tag:, ,

7 responses to “Starchild è solo umano”

  1. Angelo says :

    Le fonti non sono assolutamente attendibili.
    Nel 2013 è stato fatto il test del DNA…ed il teschio non appartiene a nessuna specie vivente, conosciuta, presente sulla terra. Quindi il mistero mi sembra tutt’altro che risolto.

    • die2878 says :

      Ciao Angelo, libero di pensarla come si vuole, ma le ultime analisi hanno confermato trattarsi di un essere umano (sono del 2012) LINK poi visto il business che porta a giornalisti e a pseudoscienziati ha fatto si che se ne parlasse ancor, ma troppe sono le incongruenze, anche scritte nel post, per poter credere che esso sia vero. ..per quanto riguarda le fonti beh se si ritiene non attendibile The Starchild Project cioè il gruppo di ricerca che analizza lo Starchild allora non so proprio quale fonte lo può essere …

  2. Kiryeleison says :

    Lo Starchild è stato confermato che è un Alieno al 28-09-2013.

    • die2878 says :

      Cioè fra due settimane sarà confermato????Su che base e da chi? visto che lo stesso Lloyd Pye ammette che l’ultimo test fatto sul teschio è del 2012 (ecco il link del sito ufficiale dello starchild http://www.starchildproject.com/dna-testing) io mi attengo alle informazioni verificate e la tua non lo è a meno che giustamente tu non voglia spiegare da dove arriva la tua informazione

  3. Sergio M says :

    Ho letto che nello Starchild il gene FOXP2 si differenzia dal nostro per ben 56 coppie di base (su una parte)… molto più di altri mammiferi. Insomma, il mistero è tutt’altro che risolto…

    • die2878 says :

      Ma veramente è una bufala basta leggere cosa è per noi e cosa rappresenta il gene forkhead box P2 , nome completo, infatti è il gene implicato nello sviluppo delle abilità linguistiche […]e ci sono prove che le disabilità linguistiche (guarda caso patologie di cui soffrono le persone con encefalite) sono associate a mutazioni nel gene FOXP2….,[http://it.wikipedia.org/wiki/Forkhead_box_P2] Inoltre sinceramente l’affermazione: “si differenzia dal nostro per ben 56 coppie” a mio parere non vuol assolutamente dire nulla….Comunque liberissimi di pensarla come si vuole, anche se pensavo che ormai visto che grazie a molte analisi si era appurata la sua umanità, non vi erano più dubbi.
      Saluti
      Diego

  4. zetar says :

    A me risulta tutt’altro, sono ancora in attesa dal Gennaio 2013 che vengano terminati tutti gli accertamenti sul piccolo teschio.

    Da PANORAMA.IT, uno stralcio di articolo di Sabrina Pieragostini, attinente all’oggetto in questione.

    //“Ci sono importanti novità nello studio avviato ormai da anni allo scopo di stabilire la reale natura del cosiddetto “Starchild”. A renderle note è Lloyd Pye, il ricercatore americano che sta sottoponendo quel cranio a tutti gli esami possibili nella convinzione che possa trattarsi, davvero, di un “Figlio delle Stelle”.
    In una lettera, Pye mi aggiorna sugli ultimi sviluppi:

    Il cranio, dalla forma anomala e dal DNA significativamente discordante da quello umano e a quanto sembra non riconducibile a nessun essere vivente sulla Terra, è stato oggetto di ulteriori analisi nel laboratorio Medical Modeling di Golden, in Colorado. Utilizzando il teschio di un uomo normale e quello di questo strano individuo sono stati prodotti i calchi dei cervelli che erano contenuti nelle due scatole craniche.

    Ecco cosa riferisce Pye:

    “Quello umano mostra le anse e le pieghe consuete. Ma il calco dello Starchild non ne ha neppure una. La superficie del suo cervello è priva di creste, mentre si vedono chiaramente le tracce delle vene che lo solcavano- esattamente come si nota nel calco del cervello umano. Ciò significa che il suo cervello era completamente differente dal nostro.”// FINE articolo

    Questo non è un falso né una bufala, gli studi sono ancora in atto e finora il teschio ha dato solo riscontri positivi alla tesi che non è umano.
    Attendiamo quindi gli esiti di tutti gli accertamenti che saranno esperiti in merito e poi potremo aggiungere qualcos’altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: